Non è troppo tardi per fare domanda del bonus 200

Il decreto Aiuti Bis, appena stato approvato in Consiglio dei ministri, fra gli altri, ha previsto anche l’estensione dell’ormai famoso bonus 200 euro a favore di alcuni soggetti che non lo hanno ricevuto in precedenza.

Ad ogni modo, ad oggi, in molti ancora aspettano il contributo una tantum previsto dal primo decreto. Alcuni di essi devono presentare la relativa istanza entro queste date. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus 200 euro chi ha ricevuto il bonus a luglio e chi lo deve ancora ricevere

Ai sensi della circolare n. 73 del 24 giugno 2022, il bonus 200 euro viene erogato in due trachee differenti.

A luglio 2022, il contributo è già stato pagato:

  • ai dipendenti del settore pubblico e privato;
  • ai titolari nel mese di giugno 2022 di reddito di cittadinanza;
  • ai titolari di uno o più trattamenti pensionistici o di trattamenti di accompagnamento alla pensione;
Leggi anche:  Draghi inflessibile, unica fiducia possibile deve arrivare da 'sua' maggioranza

Poi ci sono altre categorie che riceveranno il bonus 200 euro soltanto a partire da ottobre 2022. Si tratta, in particolare, dei:

  • titolari nel mese di giugno 2022 delle prestazioni NASpI e DIS-COLL, per la platea dei beneficiari di disoccupazione agricola 2021 e dei già beneficiari delle indennità COVID-19 2021;
  • i lavoratori per le quali è prevista la presentazione della domanda, come i lavoratori stagionali.

Entro quando è possibile fare domanda?

Come sappiamo non tutti i percettori del bonus 200 euro hanno dovuto presentare una istanza per ottenerlo domanda. Per i lavoratori dipendenti o i pensionati, ad esempio, l’erogazione del bonus è stata del tutto automatica.

Ciò premesso, adesso cerchiamo di capire chi deve farne domanda e, soprattutto, entro quando.

I domestici (colf e badanti) devono inoltrare la domanda del bonus 200 euro entro il 30 settembre 2022. Anche se gli stessi hanno già iniziato a percepire il contributo da luglio 2022.

Leggi anche:  Beccato con la droga in piazza Santa Caterina e nella sua abitazione: arrestato dalla polizia

Per tutti gli altri soggetti, tenuti alla presentazione della relativa istanza, la scadenza per presentarla è fissata al 31 ottobre 2022.

Cosa succede con il Decreto Aiuti bis

Con il decreto Aiuti bis, viene estesa la platea dei beneficiari del bonus 200 euro

Il contributo, sostanzialmente, viene esteso ai lavoratori che, pur avendo una retribuzione mensile inferiore a 2.692 euro, non hanno goduto dello sgravio contributivo dello 0,8 per cento.

Si tratta, in particolare, di coloro che sono stati interessati da eventi coperti da contribuzione figurativa dall’INPS, come i soggetti in maternità o i lavoratori in cassa integrazione. Ma si parla anche degli insegnanti a tempo determinato assunti nell’ambito del cd. “organico covid”, con il contratto scaduto prima di giugno 2022, nonché dei collaboratori sportivi che in passato hanno beneficiato dei bonus Covid.

Leggi anche:  Raee, dal MiTe incentivi alle imprese per certificazioni di gestione ambientale Emas

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook