Obbligo di Dichiarazione dei Redditi e no tax area: quali soglie IRPEF?

Le due cose coincidono: i contribuenti incapienti, termine che definisce coloro i quali hanno un reddito che non supera la soglia di tassazione, non pagano le imposte IRPEF e di conseguenza non hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi.

Ci sono tuttavia casi in cui, pur rimanendo sotto le soglie di reddito minime per la tassazione IRPEF, si deve presentare la Dichiarazione per comunicare al Fisco particolari redditi.

Di contro, ci sono altri casi  in cui, pur superando la soglia della no tax area, si è comunque esonerati dalla presentazione del 730 qualora il Fisco abbia già tutte le informazioni necessarie tramite la Certificazione Unica (ad esempio, per dipendenti e pensionati sotto soglia senza altri redditi se non quello da lavoro o pensione).

Il vero limite per gli incapienti che non presentano la dichiarazione dei redditi è l’impossibilità di recuperare tutte le eventuali agevolazioni IRPEF spettanti, ecco perché il Legislatore ha introdotto le opzioni di cessione del credito oppure di sconto in fattura per i bonus edilizi ed altre casistiche particolari. A questo scopo, interviene anche il cashback fiscale in via di attuazione, che permetterà di ottenere un rimborso immediato della corrispondente quota di detrazione IRPEF teoricamente spettante, ad esempio sulle spese mediche e sanitarie.

Leggi anche:  Massimo Papini, cronaca di un clamoroso processo

Chi sono i contribuenti incapienti?

Si definiscono “incapienti” i contribuenti che non hanno capienza fiscale perchè il loro reddito, e la corrispondente imposta lorda, sono così bassi da non permettere loro di accedere a tutte le agevolazioni spettanti dalla normativa fiscale. Queste persone non devono pagare le tasse perché e, di conseguenza, non devono presentare il Modello 730 o altra dichiarazione dei redditi. Tuttavia perdono gli eventiali Bonus spettanti, a meno di optare per una soluzione alternativa come la cessione del credito.

Chi rientra nella no tax area?

Rientrano nella tox tax area i contribuenti che, applicando le aliquote fiscali corrispondente alla tipologia di reddito e le relative detrazioni, ottengono un risultato pari a zero.

Qual è il reddito minimo per non pagare le tasse?

I limiti di reddito sotto il quale non si pagano le tasse sono stabiliti dal TUIR, il Testo unico imposte sui redditi (dpr 917/1986), e cambiano a seconda della tipologia di reddito. La no tax area per il 2022 presenta i seguenti tetti di reddito:
– per il lavoratori dipendenti è pari a 8.174 euro,
– per i pensionati è stata alzata dalla riforma IRPEF inserita in Legge di Bilancio e corrisponde a 8.500 euro,
– per il lavoro autonomo è pari a 5.500 euro.

Leggi anche:  Serie A, la cronaca di Roma - Sassuolo 2 - 1

 

Risposta di Barbara Weisz

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook