Operazione ‘Melita’ della Gdf. 28 arresti in Italia, uno anche a Taviano.

Lecce – Operazione della guardia di finanza su scala nazionale dalle prime luci dell’alba. Tra i 28 arresti eseguiti dalle fiamme gialle ci sono anche persone di Bari e Lecce. In particolare nel leccese i finanzieri di Gallipoli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a Massimiliano Chetta, 54enne di Taviano. Oltre cento militari in campo con arresti e perquisizioni in tutta Italia nell’ambito dell’operazione denominata «Melita» con il supporto dei reparti territoriali competenti. Si tratta di un agguerrito network, così è stato definito, articolato in 5 gruppi connessi tra loro composto da italiani, maltesi, moldavi, rumeni e ucraini. Tra questi i 28 arrestati.5 persone indagate sono state anche segnalate quali indebiti richiedenti e percettori del reddito di cittadinanza. E’ stata segnalata la posizione di 115 soggetti complessivamente. Accertato il contrabbando internazionale di sigarette, prodotti energetici e alcolici che si estendeva anche in Germania, Slovenia, Belgio, Inghilterra, Olanda, Polonia Bulgaria e Grecia. 28 gli ordini di arresto emessi, 20 di questi sul territorio nazionale tra cui quelli nelle province di Lecce e bari, per latri otto invece è stato spiccato l’ordine di arresto internazionale. Un’operazione in cui i finanzieri hanno ricostruito l’ammontare dei tributi evasi pari ad oltre 17 milioni di euro nonché l’avvenuta immissione in consumo di 160 tonnellate di tabacchi lavorati esteri e di oltre 16 milioni di litri di prodotti alcolici. L’accusa per gli arrestati è di associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici e sulle bevande alcoliche, il tutto con l’aggravante del reato transnazionale. L’indagine è partita nel 2018 a seguito di alcuni controlli eseguiti su autoarticolati, furgoni, auto private in entrata e uscita dal territorio nazionale dal valico del Brennero, ma anche da Trieste e Tarvisio . Determinanti alcune sofisticate apparecchiature utilizzate per scoprire la presenza di doppifondi sui grossi mezzi ma anche intercettazioni ambientali e telefoniche.

Leggi anche:  A Firenze le “Scatole di Natale 2021”, regalo solidale per chi ha bisogno

” alt=””/>



Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Sotto 50.000. Con Brugnaro è una cittadella

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook