Pasquale Tridico pronto a sostituire Giuseppe Conte a capo dei 5 Stelle

Svolta in arrivo ai vertici dei 5Stelle? L’interrogativo è d’obbligo, viste le fibrillazioni degli ultimi tempi tra i grillini. E i rumors delle ultime ore danno numerosi altri parlamentari in uscita dal Movimento, a prescindere dell’appoggio al Governo Draghi. Diversi i motivi di dissenso. Certamente, il mantenuto divieto di doppio mandato che impedirebbe a una folta rappresentanza degli attuali deputati e senatori in carica di potersi ricandidare.

E poi la sempre meno spiccata leadership di Giuseppe Conte, che non può certo considerarsi il punto di riferimento dei grillini più accesi ed estremisti, sia per la sua estrazione d’origine che per il percorso professionale. E a sentire alcuni parlamentari 5Stelle il sostituto sarebbe già pronto per un cambio in corsa sin dopo la ripresa dopo la pausa estiva.

Toccherà a Pasquale Tridico, attuale presidente Inps, guidare il movimento pentastellato. E giornalmente ci sono prove concrete che lo confermano. Sono già molte le interviste rilasciate, che hanno generato lancinanti mal di pancia al Ministero del Lavoro, visti i contenuti non certo legati al ruolo di presidente dell’Inps. L’insofferenza del Ministro Orlando è ormai quotidiana. Ogni mattina, la lettura della rassegna stampa provoca urticanti fastidi, visto che il numero dei suoi interventi è di gran lunga inferiore a quelli del titolare di via Ciro il Grande.

Leggi anche:  Proteggere la propria privacy mentre si naviga: info utili

Tridico si muove come un Ministro-ombra, toccando temi di attualità politica di competenza del Dicastero di via Veneto, non certo del presidente di un Ente gestore tecnico. Dal salario minimo alla strenua difesa del reddito di cittadinanza, dalla lotta alla povertà alla decrescita felice: le interviste al presidente Inps grondano di considerazioni politiche e tutte orientate verso la pancia dell’elettorato grillino o di quello che ne resta dopo le molteplici débâcle elettorali.

Proprio sul salario minimo, ritenuto la panacea di tutti i mali del Paese, c’è all’orizzonte uno scontro frontale con il Ministro Orlando, strettamente agganciato alla posizione sindacale di difesa del sistema della contrattazione collettiva. Le ultime affermazioni sul tema, fatte nei giorni scorsi dal titolare del Dicastero, non lasciano spazio ad altre soluzioni. Bisogna adeguare il salario orario ai minimi dei contratti collettivi maggiormente rappresentativi. Amen. «Se Tridico vuole fare il Ministro del lavoro che si dimetta da presidente dell’Inps, dichiari le sue intenzioni ed entri in politica», si commenta dalle parti di via Veneto. E la cosa è più vicina di quanto non si possa immaginare.

Leggi anche:  Assegno unico - Cos'è e chi può richiederlo

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Prenderà la pensione già a 60 anni, ma serve aver avuto un autentico colpo di fortuna

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook