Pensioni sopra i 2 mila euro, aumenti ridotti al 50% per finanziare Quota 103: l’idea del governo- Corriere.it

La rivalutazione delle pensioni, in particolare dei trattamenti che superano i 2.000 euro, potrebbe essere inferiore a quanto preannunciato. Il governo Meloni, infatti, sta cercando un modo per finanziare la nuova quota 103. Misura che consentir di lasciare il lavoro a 62 anni con 41 di contributi e dovrebbe interessare una platea potenziale di 48mila lavoratori, per una spesa di circa 750 milioni. L’intervento al vaglio dei tecnici che stando mettendo a punto la legge di Bilancio, che sar discussa nella serata di luned 21 novembre in Consiglio dei ministri. La Manovra dovrebbe valere complessivamente 32 miliardi. L’ipotesi di un taglio della rivalutazione delle pensioni ha gi suscitato le critiche dei sindacati, secondo i quali l’aumento degli assegni l’unico strumento per preservare il potere d’acquisto dei pensionati, che stato molto ridimensionato da inflazione e caro vita.

L’ipotesi allo studio

Come spiegato dal ministro all’Economia, Giancarlo Giorgetti, le voci di spesa diverse dal caro bollette, a cui verr destinata la quota pi consistente delle risorse previste dalla Manovra, devono trovare finanziamento all’interno degli stessi capitoli. La revisione del reddito di cittadinanza, infatti, non sufficiente per coprire la spesa del pacchetto di interventi destinata alla previdenza. L’ipotesi su cui si ragiona, secondo quanto riporta il Messaggero, quella di una rivalutazione del 50% degli aumenti dei trattamenti che superano di quattro o cinque volte il minimo, vale a dire gli assegni che superano i 2.100 o 2.600 euro lordi mensili. Attualmente per i trattamenti compresi tra 4 e 5 volte il minimo prevista una rivalutazione al 90% e al 75% per le pensioni sopra la soglia di 5 volte il minimo, che ora potrebbero scendere al 50%.

Leggi anche:  Cotto e Mangiato | Ricetta frollini farciti senza uova

La reazione dei sindacati

Da quanto apprendiamo il governo Meloni sta lavorando per congelare la rivalutazione delle pensioni. In particolare vogliono colpire quelle di chi ha lavorato per oltre 40 anni versando tutti i contributi, ha dichiarato il segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti, commentando il possibile taglio della rivalutazione. Si tratterebbe – continua Pedretti – di una operazione di cassa fatta ai danni di pensioni operaie, frutto di una vita di lavoro, per finanziare altre misure e per mandare in pensione qualche lavoratore. Divide et impera, come nella peggiore tradizione della destra. Se lo faranno non staremo in silenzio e ci faremo sentire. Anche la Uil pensionati non risparmia le critiche. Sarebbe veramente un pessimo inizio per questo governo. Si parla oltretutto di un intervento su pensioni lorde (che gi non hanno la rivalutazione piena) tali da non poter essere considerate ricche e che sono frutto di anni di lavoro e di contributi, dice il segretario generale, Carmelo Barbagallo. La rivalutazione delle pensioni una delle poche armi per conservare nel tempo il potere d’acquisto di pensionate e pensionati, oggi indispensabile, con la crescita galoppante dei costi dell’energia e dei beni di prima necessit.

Leggi anche:  Back To The Rafters, dal 17 settembre su Amazon Prime Video

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  “Non utilizzare queste banconote!”: incredibile, ecco il motivo

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News