per le cartelle sanatoria fino a 2 mila euro- Corriere.it

Subito un decreto legge Aiuti, il quarto della serie. Poi la legge di Bilancio 2023, accompagnata da un decreto fiscale nel quale potrebbero trovare posto le nuove misure di sanatoria sulle cartelle esattoriali: una terza operazione di saldo e stralcio per cancellare i debiti col fisco di piccolo importo affidati alla riscossione fino al 2015; la rottamazione quater, per consentire il pagamento agevolato delle cartelle pi recenti, fino allo scorso giugno. Questo il mix di provvedimenti allo studio del governo Meloni. I contenuti delle misure dipenderanno per dalle coperture.

A disposizione 15-20 miliardi

Alla Ragioneria generale si stanno facendo i conti. Tre le possibili fonti di finanziamento: i 4-5 miliardi di fondi strutturali europei che la commissione Ue ha deciso potranno essere dirottati sulle misure di contrasto al caro bollette; i 10 miliardi di tesoretto lasciati dal governo Draghi e dovuti ancora al maggior gettito rispetto alle previsioni; possibili avanzi sui 14 miliardi stanziati col decreto Aiuti ter, le cui coperture erano state calcolate su un prezzo del gas molto pi alto di quello attuale. Le risorse oscillano quindi tra 15 e 20 miliardi. Ma 5-6 serviranno per prorogare fino a fine anno i crediti d’imposta sulle bollette per le imprese e il taglio delle accise sui carburanti. Il resto servir per la legge di Bilancio 2023 che, tra spese obbligate su pensioni, contratti pubblici e missioni internazionali, pi gli ulteriori aiuti che saranno necessari per imprese e famiglie (si ragiona anche sull’aumento dell’Isee per beneficiare del bonus sociale sulle bollette), richiede gi fra i 30 e i 40 miliardi di euro.

Leggi anche:  Bonus 200 euro a partite Iva: luned 26 settembre click day. Come fare la domanda

Dl Aiuti quater

Il primo impegno economico del governo Meloni riguarder l’approvazione del decreto legge Aiuti quater, per prorogare le misure contro il caro-bollette per le imprese, che scadono a novembre, fino alla fine dell’anno. Si tratta in particolare dei crediti d’imposta del 40% per le aziende energivore e del 30% per le altre, comprese le piccole. Verr inoltre prorogato fino al 31 dicembre il taglio delle accise sui carburanti, che fa risparmiare circa 30 centesimi al litro sul prezzo alla pompa e che altrimenti scadrebbe il 18 novembre. Tra le ipotesi anche un nuovo bonus una tantum da 150 euro per lavoratori e pensionati fino a 20mila euro. In questo caso, per, dipender dalle risorse a disposizione. Per i crediti d’imposta servirebbero circa 5 miliardi mentre per le accise un altro miliardo. Il governo potr attingere a 4-5 miliardi dei fondi strutturali europei, che la commissione Ue ha deciso potranno essere dirottati sulle bollette.

Leggi anche:  “É sempre mezzogiorno”: seadas con miele di Michele Farru
Saldo e stralcio

Il nuovo saldo e stralcio allo studio prevede di andare oltre quanto fatto con le prime due sanatorie, quella del 2018 (governo Conte 1) e 2021 (Draghi). Con la prima furono cancellate le cartelle fino a mille euro del periodo 2000-2010, con la seconda le cartelle fino a 5mila (purch il reddito imponibile non superasse i 30mila euro) sempre per lo stesso periodo. Stavolta la sanatoria arriverebbe fino al 2015. Quanto al tetto d’importo, dipender dalle coperture se si potr arrivare a 2mila euro. La rottamazione quater dovrebbe invece riguardare le cartelle con debiti superiori, fino allo scorso giugno: si pagherebbe l’importo delle tasse con sanzioni e interessi minimi (5%) e a rate (5 anni). Dovrebbero infine essere riaperti i termini per chi decaduto dalle precedenti sanatorie.

Leggi anche:  Villarreal Atalanta in streaming e TV: dove vedere la partita di Champions League

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News