Piazza Affari sale insieme a Vecchio Continente. Settimana in calo

Seduta in rally a Piazza Affari, che si allinea alla giornata positiva delle borse europee. La giornata odierna non permetterà comunque di evitare di registrare forti perdite settimanali, con gli aumenti dei tassi di interesse da parte delle banche centrali sui due lati dell’oceano che hanno aumentato i timori di un rallentamento economico.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,053. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,30%. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,77%.

Sensibile miglioramento dello spread, che raggiunge quota +187 punti base, con un decremento di 17 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona al 3,55%.

Leggi anche:  Percepivano il reddito di cittadinanza ma erano ai domiciliari. Scattano le denunce

Nello scenario borsistico europeo ben impostata Francoforte, che mostra un incremento dell’1,17%, tonica Londra che evidenzia un bel vantaggio dello 0,71%, e in luce Parigi, con un ampio progresso dell’1,06%.

Scambi in forte rialzo per la Borsa milanese, con il FTSE MIB, che sta mettendo a segno un guadagno dell’1,80%; sulla stessa linea, si muove con il vento in poppa il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.164 punti.

Balza in alto il FTSE Italia Mid Cap (+1,73%); come pure, su di giri il FTSE Italia Star (+2,08%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di Pirelli, che mostra un rialzo del 5,06%.

Su di giri Campari (+4,78%).

Acquisti a piene mani su Saipem, che vanta un incremento del 4,17%.

Leggi anche:  Caterina Caselli Una vita 100 vite: su Rai 3 il documentario dedicato all’artista

Effervescente Italgas, con un progresso del 4,10%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Fincantieri (+5,54%), De’ Longhi (+5,17%), Maire Tecnimont (+4,13%) e GVS (+3,57%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su ERG, che continua la seduta con -5,20%.

Sotto pressione OVS, con un forte ribasso dell’1,22%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati:

Venerdì 17/06/2022
11:00 Unione Europea: Prezzi consumo, annuale (atteso 8,1%; preced. 7,4%)
11:00 Unione Europea: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,8%; preced. 0,6%)
15:15 USA: Produzione industriale, mensile (atteso 0,4%; preced. 1,1%)
15:15 USA: Produzione industriale, annuale (preced. 6,4%)
16:00 USA: Leading indicator, mensile (atteso -0,4%; preced. -0,3%).

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi anche:  Inapp. Solo il 24% dei nuovi contratti deriva da incentivi

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook