Pop Bari, il Parlamento suggerisce «Offrire un’Opa agli azionisti»

Mezzogiorno, 16 ottobre 2022 – 10:07

La commissione sulle banche nella sua relazione si sofferma sui danni ai risparmiatori «Difficile utilizzare la soluzione del Fir per ipotizzare indennizzi»

di Vito Fatiguso



«Circa i contenziosi con gli azionisti della banca, dalle interlocuzioni avute, è emerso che una possibile soluzione potrebbe consistere nel lancio di un’Offerta Pubblica di Acquisto (OPA) da parte dell’azionista di controllo Mcc sulle azioni della Popolare di Bari per il delisting del titolo». Il passaggio sulle vicende dell’istituto di credito barese è contenuto nella relazione finale della commissione parlamentare di inchiesta sul sistema Bancario e Finanziario (presieduta da Carla Ruocco) nella seduta del 6 ottobre 2022. Un documento che suggerisce un’altra opzione per concludere, in modo transattivo, i contrasti tra i risparmiatori-azionisti della banca (ipoteticamente 70 mila) con la proprietà che attualmente è nelle mani del MedioCredito Centrale. E che non trascura la missione di “Banca del Sud” più volte ribadita dai vari interlocutori, ma che attualmente non ha visto compiere passi concreti.

Leggi anche:  Windows verso un nuovo aggiornamento per il 2023: i dettagli

Il fondo di indennizzo e la chiusura della normativa

La commissione ha effettuato numerosi incontri e audizioni con gli attori dei difficili giorni del passaggio della proprietà dalla famiglia Jacobini al commissariamento e infine allo sbarco con Mcc. Nella relazione, inoltre, viene scartata l’ipotesi di utilizzare il Fir (il fondo indennizzo risparmiatori, con una dotazione iniziale di 525 milioni per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021) visto che tale strumento è legato alle banche poste in liquidazione coatta amministrativa. «Dalle interlocuzioni avute con il ministero dell’Economia e delle Finanze – prosegue la relazione – è emerso che l’intervento del Fir è specificamente diretto a indennizzare situazioni patologiche di risparmiatori danneggiati dalle banche oggetto di risoluzione o di liquidazione coatta amministrativa, ovvero di soggetti non più operanti sul mercato e quindi non più in grado di operare il risarcimento per propri fatti illeciti… L’ipotesi di un fondo, alimentato da risorse pubbliche, che intervenga in luogo di una società operante sul mercato ed emittente strumenti finanziari, quale è Banca Popolare di Bari, per risarcire i risparmiatori a fronte di responsabilità per danno ingiusto che fossero accertate in capo a detto soggetto emittente che continui ad operare sul mercato, configurerebbe un’ipotesi di aiuto di Stato a favore dell’emittente incompatibile con la normativa europea, vanificando così il percorso di rilancio della Banca fin qui compiuto e le prospettive future della banca». In sostanza attingere al Fir significherebbe creare un sistema di aiuti di Stato.

Leggi anche:  Elodie sbotta dopo critiche e offese sul provino a X Factor: "Frustrati, str.."


La Banca del Sud che non decolla

L’ultimo aspetto ribadito dalla commissione è il ruolo da affidare alla Banca Popolare di Bari. La configurazione ipotizzata era di trasformare l’istituto di credito in una Banca del Sud in grado di supportare la crescita di imprese e famiglie del Sud in un’otti a di macro area. «Appare opportuno evidenziare – conclude il documento – come la concreta implementazione del Pnrr, con specifico riferimento al Meridione, richieda una rapida attuazione del progetto “Banca per il Sud”. Su tale aspetto dalle audizioni svolte è emerso che le strategie di business e i processi di crescita della controllata Popolare di Bari sono prerogativa della Capogruppo Mediocredito Centrale». Il prossimo governo dovrà riprendere il dossier, magari con un accostamento al caso Monte Paschi di Siena. Sono le due banche che ora necessitano di un intervento sulle prospettive.

Leggi anche:  La ricetta della chiffon cake al cioccolato di Natalia Cattelani

16 ottobre 2022 | 10:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News