PostePay, ecco la novità assurda: sarà disabilitata per tutti

Se hai ricevuto una email in cui si comunica che Postepay sarà disabilitata, non solo per te, ma per tutti, fa’ molta attenzione. Si tratta infatti di una delle ultime campagne di Phishing che prende ad oggetto la PostePay. Ed essendo uno dei metodi di pagamento più diffusi in Italia, è molto facile che le persone abbocchino a quest’inganno.

La carta PostePay è infatti davvero uno dei metodi di pagamento più diffusi in Italia. Esiste in due versioni: quella standard ha un massimale di 3mila euro, mentre la versione Evolution è dotata di Iban, consente molte più operazioni per questo, e ha un massimale di 30mila euro. Scopriamo meglio cosa sta accadendo alla PostePay e come muoversi quando viene veramente disabilitata.

PostePay disabilitata: a cosa fare attenzione

Se hai ricevuto una mail che ti dice che la tua PostePay sarà disabilitata, potresti anche essere tu vittima di una brutta truffa. Attirare l’attenzione dei malcapitati stimolando l’urgenza di provvedere a qualcosa di spiacevole è la base del phishing, e cioè di quelle truffe che vi portano a comunicare i vostri dati personali o quelli del vostro conto a malintenzionati.

Leggi anche:  Bonus energia rinnovabile, cos'è e come richiederlo

Non cliccare quindi sul link che ti invita a farlo per evitare che la tua carta sia disabilitata, oppure per riabilitarla. Procedi diversamente, e cioè verifica il funzionamento della carta presso uno sportello oppure tramite le App PostePay. Accedendo a queste sempre attraverso il login regolare, e mai attraverso i link proposti in queste email. È possibile che tale truffa arrivi anche attraverso altri canali, come gli SMS per esempio: ponete la massima attenzione.

PostePay disabilitata: come muoversi

Se la vostra PostePay è stata realmente disabilitata per altri motivi, avete diverse opzioni per farla riabilitare. La disabilitazione è infatti un provvedimento cautelare che Poste Italiane prende in seguito al pericolo che la carta sia finita nelle mani di persone che non ne sono il titolare. Il motivo più frequente è infatti sbagliare per tre volte di seguito l’inserimento del PIN.

Leggi anche:  Rincari: ecco gli effetti sulla spesa per alimentari e casa in Italia

Qui la carta viene bloccata in automatico, per tutelarvi da un eventuale furto o uso indesiderato. Potete riabilitarla dall’Italia chiamando il numero verde 800.00.33.22. Basta contattare il Servizio Clienti anche se siete stati voi a procedere al blocco temporaneo, per esempio tramite l’App, in caso di smarrimento o di blocco prudenziale per qualsiasi motivo.

Sarà invece necessario recarsi agli sportelli delle Poste se la carta è andata in scadenza e non avete provveduto a rinnovarla per tempo. Una carta scaduta è anch’essa disabilitata automaticamente e andrà rinnovata con l’aiuto degli impiegati. Se la carta è stata invece bloccata d’autorità da Poste Italiane per violazione delle norme antiriciclaggio o per altre attività sospette, queste costituiranno uso irregolare della carta. Al pari delle occasioni in cui il conto viene clonato, o si ha una posizione debitoria non sanata, la carta non può essere sbloccata.

Leggi anche:  Draghi a colloquio con Mattarella

postepay novità disabilitata


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook