PostePay Evolution, aumenta il canone annuo: sono tanti gli sfortunati che pagheranno di più

Come cambia il canone annuo di PostePay Evolution: aumenti, ecco per chi e di quanto sarà il canone, i dettagli a seguire

Arrivano novità per quanto concerne le PostePay Evolution, con cambiamenti per quarto concerne il canone annuo, che avrà un costo maggiore. Ma ecco per chi e particolari nel dettaglio.

postepay evolution canone
Informazione Oggi

È una carta prepagata diffusa e nota a moltissimi, la PostePay Evolution, oggetto di cambiamenti da parte di Poste Italiane, a seguito della decisione di aumentarne il costo circa le nuove richieste della stessa.

Un passaggio effettivo sino dal 01.01.23. A cominciare dal primo giorno dell’anno appena arrivato, vi è stato modo di notare la differenza in merito al costo del canone annuo.

Difatti, PostePay Evolution oggi costa 15 euro e non 12.

Non si tratta del solo aumento. Dal momento che, infatti, pure le offerte PostePay Connect si legheranno, nel complesso, ad un costo più alto. Postepay Connect consente di poter unire la Evolution con le sim di Poste. Dunque, Poste Mobile, ad un prezzo minore.

Crescono i Giga, così come i costi delle offerte che si legano a Connect. È il caso di “200 back”, così dire di “12 mesi“. E ancora, di “Back 200 annuale”.

A seguire le info sugli aumenti dei costi di gestione della PostePay Evolution, chi riguarda e altri dettagli da sapere in merito alle nuove attivazioni riguardati l’anno in corso 2023.

Leggi anche:  Lavorare nella moda, è possibile: partite le selezioni in Max Mara, tantissime posizioni aperte

Carta prepagata Poste: cosa offre, costi e dettagli

Sono tanti e molteplici gli aspetti che suscitano attenzione ed interesse quando si parla di Poste, in generale. Uno dei punti di maggior interesse è quello che riguarda le attese e le code che si vorrebbero evitare quando si ha bisogno di compiere un’operazione.

In tal senso, non tutti lo sanno, vi sono dei modi per dire addio alle file.

Tornando però alla PostePay Evolution, come noto si tratta di una carta prepagata che ha IBAN, e la quale consente in modo semplice la gestione dei fondi, proprio attraverso le app.

Si tratta di BancoPosta e app Postepay. La carta prepagata dà modo di poter accreditare lo stipendio, oppure la pensione. Ma anche di inviare e di ricevere bonifici, e tante altre sono le possibilità.

Si pensi ad esempio al pagamento contactless e al poter fare acquisti online.

Tanti sono i vantaggi di cui l’utente può usufruire, in aggiunta ai classici servizi dell’app. Pagare bollettini attraverso una veloce foto, lo scambio di somme mediante p2p.

E ancora, vi è modo di poter fare prelievi in ogni sportello del circuito Poste Italiane gratis. La possibilità, poi, del pagamento online o in presenza in tutto il mondo in virtù del circuito Mastercard.

Leggi anche:  Bonus sociale, sgravio automatico sulle bollette: a chi spetta

Alcuni degli aspetti vantaggiosi che si legano a PostePay Evolution sono, in estrema e parziale sintesi: l’IBAN per poter accreditare stipendio/pensione sulla carta. Fare e ricevere bonifici, la domiciliazione dell’utenze e il pagamento dei bollettini. E ancora, la possibilità del pagamento contactless oppure online facendo uso solo dello smartphone.

PostePay Evolution canone: quanto costa e per chi aumenta

Dunque sin dal nuovo anno il costo inerente la gestione della suddetta carta prepagata varia, e dal 01.01.23 si prevede un nuovo canone all’anno maggiore al confronto di quello dell’anno precedente.

Si tratta di un aumento pari a tre euro, con il costo dunque che va dai dodici all’anno ai quindici.

Tale aumento non si lega però a chi è già possessore della carta prepagata in questione. In questo caso infatti si proseguirà a fruire della stessa con prezzo di dodici euro.

L’aumento di tre euro riguarderà le nuove attivazioni. Per quanto riguarda infatti le nuove richieste della carta, sin dal 01.01.23, il costo dunque sarà di quindici euro.

Non cambia il costo inerente la prima emissione, di cinque euro. Il costo inerente la carta va ad aggiungersi all’ammontare minimo della prima ricarica, ovvero quindici euro.

Leggi anche:  Bonus affitti: ok anche per i canoni versati entro il 29 agosto

Soltanto alla fine del 1° anno si richiederà il costo del canone, che come detto, per i nuovi richiedenti, sarà pari a quindici euro. Tale aumento si prevede anche in relazione alle carte PostePay Evolution che si legano alle sim del telefono inerenti il servizio Poste Italiane.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità – 104 e news

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News