Postepay, già centinaia di vittime: ecco la truffa svuota-conto

In un contesto economico e sociale sempre più “digitalizzato”, il numero di raggiri e truffe è sostanzialmente diminuito a fronte di una maggiore responsabilizzazione dell’utenza, oltre ad un progressivo miglioramento dei sistemi di pagamento. Tuttavia il pericolo di essere raggirati e di perdere denaro oppure i nostri dati personali è sempre concreto in quanto i malintenzionati ogni giorno mettono a punto nuovi sistemi per “imbrogliare” il prossimo. Postepay non sfugge a questa regola, anzi, in quanto servizio molto diffuso, è uno dei servizi maggiormente presi di mira da varie tipologie di truffa.

Postepay, già centinaia di vittime: ecco la truffa svuota-conto

Avendo migliorato notevolmente i propri sistemi di sicurezza, sopratutto con l’adozione del sistema 3d Secure, i truffatori hanno orientato i propri obiettivi sul “simulare” comunicazioni ufficiali da parte di Postepay e Poste Italiane sfruttando la tecnica del Phishing, sempre molto efficace.

Leggi anche:  Brave and Beautiful prossima puntata: quando in onda

Questi sono messaggi che possono arrivare tramite email e sms: solitamente presentano un’intestazione che prova a “simulare” una originale, dai contenuti piuttosto allarmistici così da invogliare la malcapitata vittima ad aprire un link sempre presente sottostante. Generalmente si fa riferimento a non meglio precisati problemi con il conto o carta che risultano bloccati o compromessi (“POSTE ITALIANE: la tua carta è stata bloccata per mancata sicurezza web. Verifica ora per continuare a operare” oppure ““Movimento in entrata sul tuo conto Postepay. Clicca qui per i dettagli”).

Poste Italiane da anni ha avviato una campagna di “informazione” così da mettere al riparo la propria utenza da questa forma di truffe vere e proprie, che continua a colpire e svuotare i conti di decine di italiani. Ciò avviene quando la vittima, inconsapevole di esserlo, inserisce i propri dati personali nel link presente sempre al di sotto di queste comunicazioni, rendendo la vita facile ai “raggiratori”, che possono quindi avere accesso ai nostri dati ed ai nostri soldi. Come specificato anche da Postepay e Poste Italiane, non bisogna MAI aprire questi messaggi, visto che le due aziende non fanno uso di questa forma di comunicazioni per “allertare” i clienti.

Leggi anche:  Giusina in cucina | Ricetta pignolata di Giusina Battaglia

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Ritoccati, Giancarlo Commare e Federico Cesari nella serie tv italiana arrivata su Netflix

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook