Prima in carcere e poi ai domiciliari ma intascava reddito di cittadinanza: beccato 51enne

GALATONE (Lecce) – Prima in carcere e poi domiciliari e nonostante si trovasse in custodia cautelare avrebbe beneficiato del reddito di cittadinanza per circa sei mesi. G.R., 51enne di Galatone, era atteso nella giornata di martedì 28 giugno dinanzi alla gup Laura Liguori per l’udienza preliminare ma il processo è stato rinviato per il concomitante sciopero degli avvocati.

Dalle indagini è emerso che l’uomo avrebbe presentato domanda per ottenere il reddito di cittadinanza il 10 novembre del 2020 “omettendo di dichiarare di essere sottoposto a misura cautelare personale”.

Link Sponsorizzato

Questo perché il 26 febbraio sempre del 2020 era stato sottoposto a misura cautelare carceraria con un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Lecce poi tramutata con i domiciliari a partire dal 4 agosto del 2020, misura ancora in atto quando G.R. ha presentato la richiesta di ammissione al beneficio intascando, di fatto, da dicembre 2020 a maggio 2021 oltre 6mila e 300 euro. A difendere l’imputato, l’avvocato Francesco De Giorgi.

Leggi anche:  Colpo al Credem di via Emilia Ospizio a Reggio Emilia: arrestato il rapinatore

Link Sponsorizzato

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Dalla Regione 4,5 milioni per acquisizione di aziende in crisi: "Per evitarne chiusura e tutelarne competitività"

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook