Quando non fare bonifici istantanei? Ecco tutti i casi: “attenzione”

Il contesto legato ai pagamenti elettronici è apparentemente nato in tempi recenti, con l’adozione sempre più frequente e diffusa del Bancomat, che ha iniziato a divenire popolare per i correntisti a partire dagli anni 80. In realtà l’utilizzo di denaro privo di “forma fisica” è antecendente con l’adozione del bonifico, una forma di transazione monetaria che opera esclusivamente attraverso un circuito telematico, ed è quindi per sua stessa natura, tracciabile e “visibile” in ogni momento. Per questo motivo i bonifici rappresentano una modalità di transazione economica tra le più sicure, non a caso utilizzata anche per “muovere” quantità di denaro considerevoli. Fino al 20° secolo i bonifici erano appannaggio quasi esclusivo dei correntisti, in quanto solo i conti erano muniti di IBAN, il codice identificativo che è necessario per l’invio e la ricezione. Non solo, da qualche anno i bonifici si sono differenziati in “sotto categorie” e tra quelli più “moderni” spiccano i bonifici istantanei.

Leggi anche:  Quando pagano Reddito e Pensione di Cittadinanza a luglio 2022? Ecco DATE e GUIDA

Quando non fare bonifici istantanei? Ecco tutti i casi: “attenzione”

I Bonifici istantanei esistono dal 2017 e costituiscono una sorta di evoluzione di quello oramai più utilizzato nella zona europea, il bonifico SEPA, che è quello “standard” quando decidiamo di inviare un bonifico in un qualsiasi paese che fa parte della cosiddetta zona SEPA. Tecnicamente si chiama SEPA Instant Credit Transfer e come dice il nome risulta essere una forma istantanea di pagamento, in controtendenza rispetto ai tradizionali bonifici che solitamente richiedono una tempistica di almeno 1 giorno lavorativo per essere “evasi”.

Il bonifico istantaneo invece, al costo di una commissione solitamente non così elevata (da 1 a 3-4 euro, in media) permette l’invio di somme di denaro anche considerevoli (fino a 25 mila euro), 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

Leggi anche:  Nel ddl appalti il divieto per i professionisti di lavorare gratis per la p.a.

Anche se indubbiamente utile, il bonifico istantaneo non è mai consigliabile da utilizzare in contesti al di fuori di quello “familiare”, perchè rispetto a tutte le altre tipologie, non è rimborsabile. Quindi una volta inviato o ricevuto è molto difficile “dimostrare” di averlo eseguito.

bonifico Bonifici Bonifici istantanei

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Italia al primo posto in Europa per il sovraffollamento abitativo

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook