quarantena ridotta, dopo 5 giorni si uscirà senza test- Corriere.it

Potranno bastare 5 giorni di isolamento per uscire dopo aver contratto il Covid, il tutto anche senza tampone. Questa l’ipotesi di «semplificazione» della quarantena al vaglio del ministro della Salute Orazio Schillaci. Che ha detto: «Stiamo lavorando per rendere più breve la quarantena di chi è positivo, eventualmente eliminando anche il tampone finale». La proposta arriva dopo che l’Istituto Spallanzani ha inviato al Ministero della Salute un parere sulle possibili nuove regole sull’isolamento dei positivi. Si prevedono cinque giorni di isolamento per gli asintomatici e cinque giorni anche per chi ha sintomi lievi se non si ha la febbre, ma con l’accortezza di usare la mascherina se non ci si è negativizzati nei giorni successivi. Superfluo quindi il dover effettuare il test e risultare negativi per poter uscire dopo i 5 giorni.

Il parere dello Spallanzani

«Il virus è meno patogeno — spiega il direttore dello Spallanzani, Francesco Vaia — è la fase di responsabilizzazione dei cittadini non degli obblighi: non possiamo più non volgere lo sguardo oltre il nostro cortile per una politica di sanità pubblica che sia in grado di proteggere sicuramente le popolazioni locali, ma con lo sguardo sempre più attento alla diffusione mondiale delle pandemie odierne e future». Nel suo parere l’Istituto sottolinea come «in molti Paesi è stato ridotto drasticamente il periodo di isolamento per le persone risultate positive. Noi riteniamo che per gli asintomatici l’isolamento possa durare 5 giorni dalla positività, senza bisogno di un ulteriore test negativo. Per quanto riguarda chi ha sintomi lievi, riteniamo che l’isolamento si possa interrompere a 5 cinque giorni dalla comparsa dei sintomi, se senza febbre da 24 ore».

Leggi anche:  Brave and Beautiful, anticipazioni 5-9 luglio: Cesur si ferirà in un incendio

Le vaccinazioni a rilento

In questi giorni il ministero è poi al lavoro per lanciare entro la fine della prossima settimana una campagna di informazione per promuovere la campagna vaccinale antinfluenzale e anti-Covid. «Abbiamo bisogno dell’impegno di tutti per incentivare ad aderire a una campagna di vaccinazione che è già iniziata su tutto il territorio nazionale», ha aggiunto Schillaci. La pandemia legata a Covid-19 non è infatti un capitolo chiuso. Come ricorda anche Fabrizio Pregliasco, docente all’Università Statale di Milano e direttore sanitario dell’Irccs Ospedale Galeazzi-Sant’Ambrogio:«Le risalite ci sono, le curve ci mostrano che ci sarà un’onda, non un’ondata, e che non sarà pesante. Ma bisogna essere preparati. E con l’influenza stagionale non sarà facile distinguere tra le due patologie». Il medico esprime poi preoccupazione per l’attuale gestione di Sars-CoV-2 e i suoi possibili effetti sul successo della campagna di ri-vaccinazione. «Il desiderio di tornare alla vita normale e una certa rilassatezza nella percezione del pericolo epidemico sono senz’altro due dei fattori che hanno inciso», rallentando la somministrazione della quarta dose.

Leggi anche:  É sempre mezzogiorno | Ricetta cheesecake ucraino di Natalia Cattelani
I numeri

Si ricorda poi che dall’inizio della pandemia sono 179.985 le morti registrate in Italia. Attualmente il tasso di positività è al 15,6%. Il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 2% (dati al 10 novembre) contro il 2,4% (rilevazione al 3 novembre). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 10% (rilevazione al 10 novembre) contro il 10,4% (rilevazione al 3 novembre). Ad oggi sono 203 in totale i pazienti ricoverati nelle terapie intensive in Italia e 6.356 nei reparti ordinari.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Lite sui social per Tommaso Zorzi e Selvaggia Lucarelli: “Sguazza nel torbido”

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News