Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Quel piccolo paese dove i malati d’Alzheimer si sentono a casa

Condividi Tramite:


In occasione della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre), in collaborazione con Rai per il Sociale, ha trasmesso lo speciale Il paese ritrovato – La memoria delle emozioni. Il docu-reality racconta la vita e le storie dei residenti, dei famigliari, dei professionisti, degli operatori e dei volontari che vivono nel «Paese Ritrovato», una struttura realizzata e gestita dalla Cooperativa Sociale La Meridiana di Monza attiva da oltre 40 anni nel Terzo Settore nella cura e nei servizi alla persona. Il morbo di Alzheimer catapulta l’individuo in una nuova realtà in cui ciò che era non è più, in cui ogni oggetto che gli appare è sconosciuto, in cui ogni sua interazione è solo momentanea potendo sfuggire dalle sue mani da un momento all’altro. Per questo la struttura è stata concepita come un piccolo paese, dove le persone colpite da una progressiva perdita delle funzioni cognitive, conducono una vita adeguata alle loro capacità, sentendosi come a casa e ricevendo allo stesso tempo le attenzioni necessarie.

L’idea è quella della piazza rovesciata: i malati non devono uscire fuori per trovare le cose (una merceria, un parrucchiere…) ma i «negozi» entrano dentro per donare un po’ di serenità. Scrive Jonathan Franzen nel saggio Il cervello di mio padre in Come stare soli (Einaudi): «L’identificazione delle placche senili nel cervello di mio padre da parte del patologo servì a confermare, come solo un’autopsia poteva fare, il fatto contro cui mia madre aveva lottato quotidianamente per molti anni: come milioni di altri americani, mio padre aveva il morbo di Alzheimer». E la descrizione è un toccante racconto di questa lotta quotidiana e di un rifiuto dell’idea di malattia.Il paese ritrovato è un programma di Marco Falorni e Andrea Frassoni prodotto da Libero Produzioni Televisive e realizzato prima del lockdown.

22 settembre 2020 (modifica il 22 settembre 2020 | 23:11)

© RIPRODUZIONE RISERVATA






Potrebbe interessarti anche...