Ravenna, “segnò lo straordinario ma andò con una prostituta”: condannato carabiniere


RAVENNA – Il giudice monocratico del tribunale di Ravenna ha condannato a 11 mesi un carabiniere che la notte dell’11 gennaio 2017 si segnò un’ora di straordinario in caserma, tra mezzanotte e l’una, dicendo di dover svolgere un servizio per motivi ‘improcrastinabili e urgenti’, ma in realtà, secondo l’accusa, appartandosi con una donna per un rapporto sessuale. Il militare, 50enne all’epoca appuntato in una stazione di Ravenna e ora in un’altra regione era accusato di truffa, falso e ‘forzata consegna’.

Il difensore, avvocato Enrico Ferri, una volta lette le motivazioni della sentenza, ha dichiarato che farà appello. “Il mio assistito – ha detto il legale – ritiene assolutamente di non essere responsabile dei reati, in ragione del fatto che ritiene provato di aver svolto e eseguito l’attività lavorativa per cui ha richiesto lo straordinario e di non aver fatto false attestazioni”.

Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, nel sito puoi trovare tutte le notizie più importanti del giorno. Gran parte delle notizie pubblicate tramite un processo automatico sono prelevate da giornali online e siti verificati. Lo scopo di Notizie H24 è quello di avere una raccolta unica di tutte le notizie più importanti del giorno, così da poter dare più informazioni possibili al lettore in modo semplice. Le pubblicità presenti nel portale ci permettono di mantenere attivo il servizio.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook