Reddito cittadinanza: Cc Cefalù denunciano 117 ‘furbetti’

Tra di loro anche alcuni imprenditori e pregiudicati per mafia

(ANSA) – ROMA, 04 AGO – I carabinieri della compagnia di
Cefalù hanno denunciato alla procura di Termini Imerese 117
persone per truffa ai danni dello Stato legata all’ottenimento
del reddito di cittadinanza. I controlli dei militari hanno
consentito di documentare, nel periodo tra novembre e maggio
2022, l’indebita percezione del reddito di cittadinanza da parte
di beneficiari, tutti residenti nel comune di Cefalù ed in
quelli limitrofi delle Madonie, che non erano in possesso dei
requisiti previsti dalla normativa.
   
Tra i destinatari del sussidio c’erano anche alcuni piccoli
imprenditori e alcuni pregiudicati per associazione di tipo
mafioso. Nella maggior parte dei casi la causa l’illegittima
fruizione del sussidio è dovuta alla mancanza del requisito
della residenza. Il danno stimato all’erario è di circa 1
milione e mezzo di euro. I denunciati sono stati altresì
segnalati all’Inps per la revoca del sussidio. (ANSA).
   

Leggi anche:  Pensione con il minimo di contributi, attenzione all'importo: rischia di essere molto basso

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA