Reddito di Base ad un punto di svolta, la misura da 800 al mese per tutti causa proteste

Si tratta di una delle misure di sostegno più dibattute degli ultimi mesi: parliamo del Reddito di Base. Ecco le ultime news sull’agevolazione, che sta causando proteste in diversi Paesi.

Potrebbe rappresentare la soluzione ai problemi di moltissime famiglie italiane, eppure è un progetto molto ambizioso. Quella del Reddito di Base appare come una strada in salita, dati gli ingenti fondi previsti per finanziare una misura del genere.

Dovrebbe configurarsi come una sorta di rivoluzione, in grado di concedere un assegno mensile proprio a tutti. Tra le finalità di una misura tanto ambiziosa, oltre quella di combattere la povertà in Europa, anche la volontà di garantire un miglior tenore di vita ai cittadini europei.

Eppure, qualcosa si muove anche a livello extra-europeo. 

Reddito di Base ad un punto di svolta, la misura da 800€ al mese per tutti causa proteste

Il Reddito di Base, in effetti, nasce come iniziativa proposta da alcuni cittadini europei, che avevano l’intenzione di portare in Parlamento UE una discussione che garantisse l’introduzione di un Reddito Europeo per i cittadini residenti nell’Unione.

Eppure, di recente, abbiamo assistito ad una protesta che ha avuto luogo anche al di fuori dell’Europa.

Complici l’inflazione e l’estrema povertà che affliggono il Paese, ad esempio, in Argentina si è di recente tenuta una manifestazione a favore dell’introduzione di un cosiddetto “reddito minimo universale”.

Una misura che ha delle caratteristiche similari al Reddito di Base voluto dai cittadini europei.

Leggi anche:  'Aversa città chiusa', per molti ormai si è di fronte all'indifendibile

La marcia, tenutasi a Buenos Aires, ha visto la partecipazione di migliaia di manifestanti.

E quella argentina è solo una delle più recenti manifestazioni pro Reddito universale. La maggior parte delle manifestazioni, comunque, si svolge nel continente europeo, dato che la potenziale misura nasce proprio in Europa.

Ad esempio, di recente, anche in Germania è stata organizzata una marcia che ha spinto per la realizzazione di un progetto pilota, magari circoscritto.

Per questo, la coalizione Volksentscheid Grundeinkommen, che altro non è che l’alleanza volta a promuovere un referendum per l’attivazione della misura, avrà tempo fino al prossimo 5 settembre per raccogliere un minimo di 240.000 firme.

Se la raccolta andrà a buon fine, potrebbe finalmente partire ufficialmente un progetto pilota nella capitale Berlino.

Non sarebbe, tra l’altro, il primo progetto pilota legato al Reddito universale: di recente, sono state attivate iniziative analoghe in Galles e in Catalogna.

I (deludenti) risultati dell’iniziativa per l’attivazione

Purtroppo, però, la maggior parte dei Paesi europei sono attualmente in una fase di stallo.

Sono infatti da poco stati ufficializzati i dati relativi alla raccolta firme organizzata al fine di concretizzare la discussione dell’attivazione del Reddito di Base presso l’Unione.

Sul sito ufficiale della raccolta, infatti, lo scorso 20 luglio è stato ufficialmente comunicato che le firme ottenute non sono sufficienti.

Non è stato cioè raggiunto il quorum che avrebbe portato il Reddito di Base in Parlamento UE.

Nonostante ciò, è bene dirlo: alcuni Paesi si sono distinti particolarmente durante la raccolta firme. Il numero minimo previsto è stato ad esempio raggiunto in Italia. 

Leggi anche:  Accordo tra Meloni, Salvini e Berlusconi: il centrodestra sempre più coeso

Ma non solo, anche la Germania, che come abbiamo visto è attualmente impegnata nell’attivazione del proprio progetto pilota su base locale, la Spagna e la Slovenia hanno raggiunto il numero richiesto di firme.

Questo, purtroppo, non basta.

E, almeno per il momento, il Reddito di Base su scala europea non partirà.

Leggi anche: Spunta (di nuovo) la proposta di un bonus 10.000€ per i giovani: cos’è e come funziona.

Iniziative attive ora: 800 euro al mese per un anno anche per gli italiani

Tuttavia, al momento c’è un metodo per avere la possibilità di ottenere ben 800 euro mensili per un anno intero.

Ecco perché, di recente, si è diffusa la notizia che vede come già attivo il Reddito di Base, con relativo assegno da 800 euro al mese.

In realtà, però, la misura non sarà attiva per tutti, ma verrà concessa solamente ad alcuni fortunati.

Si parla di fortuna perché, in effetti, l’assegnazione della misura sarà legata ad una lotteria.

Ma andiamo per ordine.

Ci sono alcune organizzazioni no-profit che, soprattutto, di recente, hanno organizzato delle iniziative per sensibilizzare gli europei alla possibilità di rendere il Reddito Universale reale.

Tra le varie organizzazioni, si è distinta Ubi4All, che ha già organizzato ben tre lotterie con in palio un anno di Reddito di Base per il fortunato vincitore.

Leggi anche:  West Side Story, il musical di Spielberg da oggi al cinema: “È stata un’impresa potente e rischiosa”

Il premio finale viene saldato grazie alle donazioni che chiunque può effettuare all’associazione. Ogni volta che si raggiungerà la cifra di 9.600 euro, ossia l’importo necessario per finanziare la misura per una persona e per un anno, si organizza l’estrazione.

Anche gli italiani possono partecipare e tentare di ricevere questo ricco premio per ben 12 mesi. Basta collegarsi al sito ubi4all.eu e registrarsi coi i propri dati.

Al momento, sono stati raccolti poco meno di 7.900 euro totali: la prossima estrazione dovrebbe quindi avvenire a breve.

Leggi anche: Nuovo bonus da 1.000€ al via: ecco chi potrà averlo subito per fare questi acquisti.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook