Categorie
Calcio

Report partita | Torino 2-3 Cagliari

Condividi Tramite:


Una prestazione clinica di Belotti è stata cancellata da un vincitore in ritardo di Giovanni Simeone, quando il Cagliari ha ottenuto 2-3 vittorie contro il Torino.

Il Cagliari ha visitato il Torino questo pomeriggio all’Olimpico Grande Torino, con entrambe le squadre alla ricerca della prima vittoria in questa stagione. Alla fine, Il Toro lost 3-2 da gol nel finale di Giovanni Simeone, con Torino in arrivo vicino al pareggio negli ultimi minuti di Andrea Belotti, negato da Alessio Cragno.

Belotti ancora una doppietta per i padroni di casa la sua prestazione clinica non lo era abbastanza per superare la doppietta di Simeone insieme a João Pedro punteggio.

L’attaccante del Torino torna a giocareg una stagione impressionante, segnando quattro gol nelle ultime due partite. Lui FTermina l’incontro con tre tiri in porta, due passaggi di chiavi e vince tre duelli aerei. Belotti ha dimostrato di essere la loro grazia salvifica in molte occasioni e continua a essere un fattore cruciale nella loro offesa, eppure purtroppo non è stato in grado di consegnare un terzo obiettivo. Loro accumularsi nell’attacco dipende da lui, wche sembra essere un problema. Marco Giampaolo ha bisogno di tirare fuori il meglio dalla sua rosa o potrebbe essere una lunga stagione per Il Toro.

Prima dell’inizio della stagione, Giampaolo e Eusebio Dio Francesco sono stati nominati i nuovi dirigenti di Torino e Cagliari, rispettivamente. Dirigendosi verso la partita, entrambi i manager erano alla ricerca della prima vittoria con i loro nuovi club.

Dio Francescolato di superato un inizio lento per la partita dopo ammessoing un gol entro i primi cinque minuti da un rigore.

Segue il Cagliari con due gol di fila di Pedro e Simone a cancellare lo svantaggio iniziale. Il Torino parte forte nel secondo tempo e ne ritira uno a Belotti, eppure era Salvatore Sirigerrori che costano loro punti importanti. Il portiere ha maltrattato la palla in area di porta, e Simeone è stato veloce a balzare e ha dato al Cagliari il secondo vantaggio nella partita che ha portato al successo per 3-2.

Il Torino parte in maniera lenta con Giampaolo, proprio come il Milan la scorsa stagione. Hanno perso le prime tre partite di la stagione e sono mancati unn identità sul campo. A parte il loro protagonista Belotti, chi continues per portare il peso per la sua squadra, loro si sono mostrati poveri qualità in molte aree del campo, cosa che desta qualche preoccupazione in avanti per Giampaolo. Il Toro adesso rimanere uno di tre squadre che sono senza vittorie e siedono in 19th posto in classifica.

“In 90-95 minuti, Toro ha fatto alcune cose buone, altre meno. Il processo di crescita significa leggere le cose collettivamente piuttosto che individualmente, “ Ha dichiarato Giampaolo a Sky Sport Italia.

“Il risultato è ingiustamente dannoso, la squadra meritava di più, soprattutto in questo momento in cui la fiducia in quello che stiamo facendo potrebbe essere decisiva”.

Dopo un inizio difficile, Giampaolo ha dichiarato che lui voluto non considera un cambiamento dal suo preferito 4-3-1-2 formazione e tattiche andando avanti. Una tale mossa si è rivelata costosa la scorsa stagione per Milan.

Assolutamente no, questo è il sistema e l’approccio. Siamo solo in ritardo nel nostro processo perché siamo stati così incoerenti nei nostri giochi, non abbiamo giocato per lunghi periodi a causa di varie partite rinviate. Confido che quando saremo in grado di giocare e allenarci in modo coerente, vedremo miglioramenti, ha aggiunto Giampaolo.

Con la squadra che non ha ancora vinto una partita in questa stagione, è importante che non perdano fiducia e non rimangano per il piano di gioco di Giampaolo.

“Sono tre sconfitte, ma l’importante è che i ragazzi non si perdano d’animo e non si fidino del processo. Non vedo alcun segnale di avvertimento su quel fronte. Il rammarico è soprattutto che abbiamo segnato due gol in ognuna delle ultime due partite e abbiamo comunque perso.

“Sono molto contento del primo tempo, leggermente meno del secondo. Abbiamo subito gol un po ‘troppo ingenuamente, ma fa parte del gioco,ha detto Di Francesco dopo la partita.

“La squadra sta migliorando e crescendo man mano che la stagione va avanti. È gratificante vedere giocatori desiderosi di lavorare sodo e imparare, come Riccardo Sottil. Ha bisogno di più di un vantaggio clinico davanti alla porta, ma sono sicuro che arriverà.

“Mi è stato chiesto di dare un’identità e una mentalità a questa squadra, è quello che sto cercando di fare. I risultati ci aiuteranno ad accelerare il processo e ad accrescere la fiducia “.

Jerry Mancini





Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Potrebbe interessarti anche...