Revoca Reddito di Cittadinanza per nuova auto: e adesso?

Santo chiede:

A mia figlia è stato revocato il Reddito di Cittadinanza per aver ricevuto in regalo da noi genitori un’automobile con una cilindrata superiore ai 1600 cc: può ripresentare la domanda o basta intestare la vettura a me?

In base a quello che scrive, deduco che sua figlia ha regolarmente dichiarato il possesso della nuova auto, e che il Reddito di Cittadinanza le sia stato di conseguenza revocato perché non sussistono più i requisiti economici.

Tuttavia, intestare la stessa auto a una persona diversa, lasciandola però in uso a sua figlia, non è una soluzione che suggerirei: potrebbe equivalere a un’ipotesi sanzionabile.

Mi spiego meglio: il caso di omessa dichiarazione di elementi rilevanti che attestino variazioni di reddito o di patrimonio è punibile con la reclusione da uno a tre anni, e determina, oltre alla revoca del beneficio, anche l’obbligo di restituzione di quanto già percepito. Cambiare intestazione a una macchina che ha fatto perdere il RdC mi pare possa rientrare in una fattispecie poco limpida da questo punto di vista. Le condizioni per l’accesso al beneficio devono essere effettive e non soltanto formali.

Leggi anche:  La Finanza mette in guardia il territorio: "Si presta a infiltrazioni"

Nel momento in cui sua figlia tornerà legittimamente ad avere tutti i requisiti per la titolarità del Reddito di Cittadinanza, quale che sia la strada che vorrete intraprendere, potrà allora ripresentare la domanda. Se lo fa entro un anno dall’interruzione, avrà anche diritto alla sola quota residua di RdC.

=> Reddito di Cittadinanza: come fare e verificare lo stato della domanda

Trascorso più di un anno, invece, la nuova domanda equivale a una prima richiesta, di conseguenza – in caso di esito positivo – avrà diritto a percepire il RdC in misura piena.

Leggi anche:  Reddito di Cittadinanza: tutte le novità dopo la conversione del Dl aiuti

Risposta di Barbara Weisz