Ricarica Postepay: attenzione a non commettere questo errore comune perchè si rischia grosso

La Postepay è una carta prepagata scelta da oltre 29 milioni di italiani che per essere utilizzata ha bisogno di una ricarica.

Si tratta di un sistema di pagamento elettronico comodo e sicuro e che fa parte del circuito VISA e può essere utilizzata sia per i pagamenti fisici sia per quelli online.

postepay
InformazioneOggi

Attualmente Poste Italiane ha ideato una Postepay Green, una nuova carta prepagata per i giovani: sostenibile, innovativa e di semplice utilizzo

Ricarica Postepay: attenzione a non commettere questo errore dal tabaccaio

La Postepay essendo una carta prepagata ha bisogno di essere ricaricata per l’utilizzo. La ricarica può essere effettuata sul sito di Poste Italiane oppure tramite l’ufficio postale portando con sé il contante da accreditare, la carta da ricarica e un documento di riconoscimento.

Leggi anche:  Bonus 200 euro dipendenti, dall'INPS le istruzioni per chi ha più rapporti di lavoro

Oltre a questo, è possibile effettuare la ricarica tramite l’app PostePay o BancoPosta se si è titolari di un conto corrente oppure di un’altra carta prepagata.

Esiste però anche un altro modo per effettuare la ricarica della Postepay: recarsi presso una tabaccheria. Attenzione però perché in questo caso bisogna fare attenzione alla soglia limite della ricarica.

Infatti, forse non tutti sanno che anche la carta prepagata Postepay ha un limite di accredito che deve essere superato: 997,99 euro. Per questo è importante considerare anche il costo dell’operazione pari a 1 euro che verrà sommata alla soglia di limite. In caso contrario, la ricarica della carta non sarà effettuata.

Leggi anche “Ho subito una truffa su PostePay, come chiedo il risarcimento? I passi da fare, e i casi in cui purtroppo non viene riconosciuto il danno

Leggi anche:  Più scuro che chiaro. Il bilancio della 'legislatura della pandemia'

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

  1. Telegram – Gruppo
  2. Facebook – Gruppo

Inoltre, come tutte le carte anche Postepay ha una data di scadenza che è riportata sulla carta stessa. Il rinnovo può essere effettuato da due mesi prima a 18 mesi dopo la scadenza ed eseguito in modalità online o telefonicamente. Qualunque sia la scelta, il credito residuo sarà automaticamente accreditato dalla vecchia carta alla nuova al momento della sua attivazione.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Leggi anche:  Stato d'emergenza, verso la proroga al 31 luglio (di L. Matarese)

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News