Richard Gere: Il Gentiluomo, il Sex Symbol, l’Attivista

Condividi articolo tramite:

Da ragazzino timidissimo qual ero non ci pensavo neppure a salire su un palco, eppure per qualche strana ragione in seconda elementare mi sono offerto volontario per una recita. Quella sensazione di calore del pubblico mi ha talmente conquistato, all’improvviso, da portarmi a non smettere più. E anche se coltivo altre passioni, come musica, poesia e filosofia, comunque cambiare pelle con i miei ruoli resta la gioia maggiore. Anzi direi che è quasi primitiva perché mi permette di esplorare il mistero dell’essere umano attraverso i personaggi“. Per Richard Gere la recitazione è stata una rivelazione giunta molto presto e in modo inaspettato. Oggi, 72 anni e numerosi film alle spalle, l’attore, eterno sex symbol dall’animo gentile, può affermare con decisione che l’incontro con il palco gli ha cambiato la vita per sempre.

L’amore e la famiglia, prima di ogni cosa, ma anche le tante gratificazioni professionali che lo hanno portato a recitare, da parti in cui era calato nel cliché di attore sexy e inquieto degli inizi, a ruoli ben più impegnati come ne “L’angolo rosso“, “Il dottor T e le donne“, “La frode“. Una versatilità che riflette l’indole curiosa e poliedrica dell’attore statunitense: gentiluomo dalla spiritualità accentuata, sex symbol affascinante e tormentato ma anche attivista mosso da impegno civile e sociale.

“L’empatia è una qualità da coltivare, la capacità di capire la sofferenza altrui e fare qualcosa per migliorarla. Dovremmo desiderare che tutti siano felici e fare la nostra parte perché ci riescano.

Il debutto sul grande schermo

Richard Tiffany Gere nasce a Filadelfia nel 1949, da genitori estranei al mondo della recitazione, tre sorelle e un fratello. Da ragazzo a scuola eccelle in ginnastica e in musica. Il suo debutto sul grande schermo avviene a metà degli anni 70, quando ottiene un ruolo secondario nel film “In cerca di Mr. Goodbar” e poco dopo ne “I giorni del cielo“. Ma la fama e il successo internazionale arrivano più tardi, grazie al ruolo da protagonista nel film “American Gigolò” di Paul Schrader, che consacra Gere come indiscusso sex symbol anni Ottanta.

Leggi Anche |  Covid Campania, 2.716 nuovi casi e 18 morti: il bollettino

Per tutti gli anni Ottanta Gere infila una serie di successi che esaltano la sua bellezza e la mascolinità, determinando la l’identificazione dell’attore nel volto stereotipato e attraente tanto preferito dallo star system. “Ufficiale e gentiluomo“, “Pretty Woman”, “Schegge di paura”, “La frode” e “Chicago“. Richard colleziona cult, divenendo uno degli attori più acclamati di sempre, in particolare dal pubblico femminile. Proprio grazie a quest’ultima pellicola, ambientata nella Chicago del 1920, Gere si aggiudica un Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale e uno Screen Actors Guild Award come parte del miglior cast.

“Pretty Woman”, “una stupida commedia”

Sono uno che vaga alla ricerca del personaggio meditando a lungo sulla sua natura

Tra i film più acclamati di Richard Gere trova posto il film di Garry Marshall. A distanza di oltre 30 anni “Pretty Woman” (1990) rimane una delle commedie romantiche più amate di tutti i tempi. A conquistare fu certamente la coppia Gere-Roberts, destinata a ricollaborare poco dopo in “Se scappi ti sposo“(1999). La comedy sentimentale contribuì a rilanciare la carriera dell’attore dopo alcuni fallimenti degli anni 80 e sicuramente a fere di Julia Roberts una star, ma oggi Richard Gere guarda alla pellicola con occhio critico.

Leggi Anche |  Cosa fare a Catania, gli eventi del week-end - Colapesce&Di Martino e Gigi D'Alessio LIVE, Opera Festival a Milo

L’accusa del pluripremiato attore non riguarda il racconto in sé, favolistica versione moderna di Cenerentola ambientata tra il lusso di Beverly Hills, quanto alla rappresentazione falsa e buonista del finanziere Edward Lewis, interpretato, il personaggio di cui veste i panni. “Le persone mi chiedono di quel film, ma io l’ho dimenticato. Era una stupida commedia.” Ha spiegato l’attore in occasione della presentazione del film “Arbitrage“(2012). “Pretty Woman ha fatto sembrare affascinanti i tipi di Wall Street ma fortunatamente oggi siamo molto più scettici verso quel tipo di persone”.

L’attivismo militante

L’aspetto della mia vita di cui vado maggiormente fiero è questo: fare del bene”. Richard Gere non è solo attore versatile, ritratto dell’uomo di bell’aspetto dai modi impeccabili, è anche sostenitore dei diritti umani e da anni ha preso a cuore la causa del Tibet, tanto da esser il cofondatore della Tibet House ed il presidente del Consiglio di Amministrazione per l’International Campaign for Tibet. A causa di questo attivismo gli è stato vietato definitivamente l’ingresso nella Repubblica popolare cinese. Alle varie imprese sociali e civili, si aggiunge l’impegno nella lotta all’AIDS, quello verso i senzatetto, e la battaglia a fianco della ong Open Arms.

Leggi Anche |  Conte, il leader preferito di tutta Italia

Di recente è tornato in tv su Sky Atlantic con la miniserie “MotherFatherSon“(2019) per la BBC. Sempre alle prese con nuovi progetti, neanche i recenti problemi di salute lo hanno fermato. Anzi, pare che gli interessi di Richard Gere siano sempre più numerosi: negli ultimi anni ad attirare la sua attenzione è il cinema indipendente.

Arianna Panieri

seguici su Facebook, Instagram, MMI

L’articolo Richard Gere: Il Gentiluomo, il Sex Symbol, l’Attivista proviene da Metropolitan Magazine.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: