Salvini ad Adro lancia Rolfi: “Sarà il prossimo sindaco di Brescia”

«I nostri ragazzi hanno bisogno di lavoro, non di droga». Così esordisce il senatore Matteo Salvini, ospite d’onore alla festa della Lega ad Adro, che torna nel teatro Mucchetti dopo 3 anni di assenza. Un discorso a tutto tondo, quello dell’ex ministro dell’Interno, che tocca i tempi più cari alla Lega di governo negli ultimi mesi: sì alla famiglia tradizionale, no alla legge Fornero, no allo Ius Scholae e no al Reddito di Cittadinanza

«Adro e il Bresciano sono un modello, con 33 sindaci della Lega che domani andranno a votare contro il Reddito di Cittadinanza. Ora la scelta è solo di Draghi, se portare in Consiglio dei ministri la Legge quadro sull’Autonomia o meno».

Leggi anche:  Come avere 6.000 euro l'anno dall'Inps (che possono diventare 8.500)

E poi un chiaro riferimento alle Comunali in programma la prossima primavera a Brescia: «Fate un applauso a Fabio Rolfi, prossimo sindaco di Brescia. C’è la coalizione di centrodestra, possiamo dirlo pubblicamente. Non se ne può più di sindaci di centrosinistra nel vostro capoluogo».