Sarà celebrato in Liguria, Perù e Romania, il compositore tortonese don Lorenzo Perosi. Tra i primi impegni del neo vescovo Guido Marini

È tutto pronto a Tortona per gli appuntamenti autunnali del Perosi Festival 2021, la rassegna concertistica dedicata al sacerdote compositore tortonese don Lorenzo Perosi, che fu compagno in seminario di San Luigi Orione, che moltissimo lo stimava (tanto che lo elencava fra i grandi Geni amanti della Vergine: “Dante, Petrarca, Tasso, Raffaello, Michelangelo, Manzoni e il nostro Perosi ispirarono il loro genio a Maria!”). Il maestro Perosi visse per moltissimi anni a Roma (ospite per molti anni dei Fratelli della Misericordia che dirigono la scuola pontificia Pio IX) e in Vaticano (dove era stato nominato da Pio XI, e confermato da Pio XII, Maestro perpetuo della Cappella Musicale Sistina).

La rassegna concertistica è promossa e realizzata da Diocesi di Tortona, Comune di Tortona, Famiglia Orionina, Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e Associazione storica Pro Julia Derthona, di cui nel 2022 ricorreranno i 150 anni dalla nascita.
Un Festival unico al mondo che vuole promuovere l’opera di don Lorenzo Perosi, che con i suoi mottetti sacri è considerato uno degli autori più popolari e prolifici tra l’800 e il ‘900. Prediletto di Arturo Toscanini, che dirigerà le sue musiche al Teatro alla Scala di Milano ed al salone Perosi a Milano, con il Mosè nel 1901. Autore stimatissimo da Mascagni, Giordano, Massenet, ed altri uomini di cultura quali Gabriele d’Annunzio, tanto da essere nominato Accademico d’Italia. Un onore che lo ha fatto equiparare al fratello carlo Perosi, cardinale, e a reso possibile che fossero sepolti insieme nel Santuario Tortonese della Madonna della Guardia, eretto da Don Orione. E una provvidenziale coincidenza ha voluto che le celebrazioni del sacerdote musicista più importante del secolo scorso vedano vescovo di Tortona don Guido Marini, già cerimoniere pontificio ma anche, fino a domenica scorsa, sovrintendente della Cappella Musicale Sistina, che era stata guidata da Perosi.

A questo autore, purtroppo ancora in parte sconosciuto, che è stato a cavallo degli scorsi secoli un vanto per la cultura italiana, non solo in ambito sacro, è dedicato il Festival Perosi, evento nazionale ed internazionale ormai attivo dal 2016.

Leggi anche:  Confermato il secondo posto di Romano

Gli eventi del Festival si svolgeranno in parte a Tortona, sua città natale, ed in parte in altre prestigiose sedi. Tra tutte segnaliamo il 7 ottobre 2021 alle Serate Musicali (Sala Puccini) con il quartetto del Teatro Regio di Torino, insieme al pianista Andrea Bacchetti, la Cattedrale di Monreale, il 25 ottobre 2021, in occasione della Settimana di Musica sacra 2021, e – infine – in novembre e dicembre a Lima (Perù) presso il Teatro Nazionale e a Bucarest, con due concerti presso l’Ateneo Romeno.

Sono sette gli appuntamenti nel tortonese che si terranno fino a fine ottobre per proseguire nell’opera di valorizzazione del territorio che è una delle mission principali del festival. Quest’anno, però, la musica perosiana si sposterà anche in altre regioni italiane e all’estero.

“Sono molto orgoglioso della stima musicale di Perosi, di cui non avevamo dubbi, che si sta scoprendo anche all’estero – dichiara Don Paolo Padrini, direttore artistico del Perosi Festival -. Era finalmente ora perché quando Perosi era in vita era considerato uno dei musicisti italiani più importanti. Nei primi del ‘900, infatti, Perosi fece molti viaggi all’estero per tantissime esecuzioni musicali in luoghi prestigiosi e con orchestre molto prestigiose. Nei tempi moderni, però, questa è la prima volta di un’operazione simile e ciò ci rende molto orgogliosi perché è fatta in coproduzione ed ha un grande peso come immagine perché contribuisce a portare la cultura italiana all’estero. Diventerà la bandiera dell’Italia all’estero perché è fatto in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura all’Estero”.

La stagione concertistica prenderà avvio alla fine della prossima settimana. Domenica 12 settembre, infatti, alle 17 nel Chiostro Museo diocesano di Tortona si terrà il primo concerto della stagione autunnale. Protagonisti saranno gli Archi all’Opera, quintetto d’archi del Teatro Carlo Felice di Genova che aveva già aperto la stagione concertistica estiva a Rocchetta Ligure.
Mercoledì 15 settembre, poi, nella splendida cornice dell’Abbazia di Rivalta Scrivia alle 21 sarà protagonista l’Ottetto dell’Orchestra Regionale Giovanile Paganini.
Sempre all’Abbazia di Rivalta Scrivia, lunedì 20 settembre alle ore 21 il Quartetto d’archi del Roma Tre Orchestra Ensemble, i primi due quintetti di Perosi. Gli ultimi due quintetti, invece, insieme ad altre composizioni verranno eseguiti domenica 3 ottobre alle ore 18 nello stesso luogo dal Quartetto d’archi del Teatro Regio di Torino insieme al maestro Andrea Bacchetti al pianoforte.
L’ultimo appuntamento all’Abbazia di Rivalta Scrivia sarà martedì 12 ottobre alle 21 per il concerto dell’Insubria Chamber Orchestra diretta dal Maestro Giorgio Rodolfo Marini con il Maestro Carlo Levi Minzi al pianoforte.

Leggi anche:  Il piano Pd anti - Meloni: così Enrico Letta trama per non votare mai. Con Mario Draghi premier all'infinito

Il Perosi Festival tornerà, quindi, a Tortona. Giovedì 14 ottobre, infatti, alle ore 21 in Cattedrale si terrà il tradizionale Concerto dell’Anniversario con protagonista l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Marco Angius. L’orchestra ligure eseguirà la splendida Suite “Firenze” ed il Tema Variato di don Lorenzo Perosi e il Concerto n° 2 per orchestra di G. Petrassi.
Gli appuntamenti autunnali si concluderanno mercoledì 27 ottobre alle 21 nella Basilica “Madonna della Guardia” di Tortona con uno splendido e monumentale concerto in cui verranno eseguiti il Transitus Animæ di don Lorenzo Perosi ed il Te Deum di Vincenzo Bellini. Protagonista sarà il Coro Lirico Siciliano diretto dal Maestro Francesco Costa ed accompagnato all’organo Mascioni dal Maestro Federico Perotti. L’opera vedrà la partecipazione eccezionale della mezzosoprano Anna Maria Chiuri, artista internazionale che ha calcato i più grandi teatri e sale da concerto mondiali. Già in questa edizione verrà proposto a Monreale (il 25 ottobre) ed a Piacenza (il 28 ottobre).

Leggi anche:  Santa Marinella, partita operazione speciale di pulizia

“Siamo orgogliosi di questi importanti eventi che danno sempre più lustro a Tortona ed al Suo Perosi. Ancora il Festival di quest’anno sarà un evento significativo a livello nazionale. Dopo la partecipazione negli scorsi anni della Orchestra del Teatro alla Scala, della Verdi di Milano, del Teatro Regio di Torino, e del Carlo Felice di Genova, e all’Orchestra Classica di Alessandria, anche quest’anno si proporrà un programma ed una serie di concerti di grandissimo livello. Ne siamo davvero orgogliosi.

I concerti, realizzati grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CR Torino, della Fondazione CR Alessandria, della Fondazione CR Tortona, realizzati insieme agli Amici della Musica di Tortona (in particolare il concerto del 3 ottobre) con il sostegno di alcuni sponsor, si svolgeranno in sicurezza e nel rispetto di tutte le misure vigenti per il contrasto alla diffusione del Covid-19 (compreso il possesso del Greenpass).

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook