Scaldabagno, attenzione: ecco come risparmiare in bolletta

L’Italia è in piena crisi energetica, situazione che analogamente a quella di altre nazioni europee, che nel corso del teempo si sono legate sempre di più a nazioni come la Russia per il rifornimento di risorse come gas e petrolio. La situazione socio politica attuale non ha fatto altro che aumentare l’urgenza verso l’indipendenza energetica che per forza di cose era stata messa in “agenda” dai precedenti governi ma senza una priorità assoluta. L’ultimo esecutivo ha dovuto porre un “freno” ai rincari in bolletta ma questo non è bastato per calmierare i prezzi delle fatture, quindi sono ritornati in auge i trucchi più o meno conosciuti legati al consumo degli elettrodomestici più “costosi” in termini energetici, come lo scaldabagno.

Leggi anche:  Il sismabonus acquisti in caso di permuta. Nuove istruzioni del Fisco

Scaldabagno, attenzione: ecco come risparmiare in bolletta

Anche se il nome non è perfetto per il “ruolo” che ricopre, in quanto scalda l’acqua utilizzabile poi l’igiene personale e quello della casa. Esistono varie versioni dello scaldabagno, le due più conosciute sono composte dallo scaldabagno elettrico ed a gas, ma è la tipologia ad essere importante: l’elettrodomestico può essere ad accumulo (con serbatoio) o istantaneo (senza serbatoio).

Il primo con il serbatoglio è ancora largamente diffuso e può mantenere la temperatura dell’acqua calda anche per diverse ore ma è meno efficiente di quello istantaneo anche se la velocità di erogazione è diveersificata della distanza dal punto in cui essa verrà effettivamente erogato.

E’ uno strumento molto utile, per molti indispensabile, per questo non è mai una buona idea sottovalutarne l’efficienza: ad esempio è una buona idea pensare di sostituire il boiler se quello associato è oramai poco efficiente, in genere la spesa è comunque minore rispetto a cambiare l’intero scaldabagno.

Leggi anche:  Bonus fiere fino a 10mila euro, a chi spetta e come averlo

Se siamo portati a ricollocarlo, è meglio optare per un luogo riparato, lontano dalle dispersioni per migliorarne l’efficienza energetica, inoltre è consigliabile, in particolare durante i mesi più rigidi ridurre il termostato, che è un elemento estremamente importante.

Se siamo muniti di uno scaldabagno con il serbatoglio è una buona idea programmare gli utilizzi e quindi spegnerlo quando non necessario.

Scaldabagno

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Elezioni, Renzi attacca Letta: "Pd allo sbando. Pronti a correre da soli"

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News