Schede telefoniche di valore: quali sono?


Chi ha almeno 30-35 anni ricorderà con nostalgia le estati al mare o anche in montagna passate a setacciare le vecchie cabine alla ricerca delle schede telefoniche. Si tratta di carte prepagate da diversi tagli di valore che venivano utilizzate per sopperire alla mancanza degli odierni telefoni cellulari e smartphone.

DAL NOSTRO NETWORK:



Allora un telefonino era un qualcosa di assai poco diffuso e che in pochi avrebbero immaginato potesse divenire un dispositivo così indispensabile e diffuso su larga scala. Le vecchie schede telefoniche della Telecom erano molto belle e presentavano le più disparate situazioni. C’era la linea dedicata alle figurine dei calciatori, tanto per fare un esempio, con i vari Edmundo, Davids, Zago, Ganz. Nel tempo le schede sono divenute degli oggetti da collezione per chi fa dell’accumulare oggetti con serialità una vera e propria professione. Ben altra cosa rispetto al semplice raccattare che tanti di noi hanno fatto da ragazzini. Oggi alcune di quelle schede possono valere una vera e propria fortuna.

SPECIALE BLACKFRIDAY:

Leggi Anche:  Chi sono gli eliminati della ottava puntata di Ballando con le Stelle 2020?


Schede telefoniche di valore: quali sono?

Alcune si trovano sulle bancarelle nelle fiere e dai rigattieri, che spesse volte non si rendono conto di quale sia il loro reale valore. Tra le più preziose annoveriamo tutte quelle con tiratura limitata, consultabile con l’apposita dicitura in basso a destra su uno dei due lati. Chiaramente devono essere intatte od in uno stato di conservazione buono. Tra le più ricercate figurano poi quelle che presentano sia il logo della vecchia Sip che di Telecom, con un passaggio di denominazione consumato nell’arco di breve tempo tra le due società. Altrettanto rare possono essere le schede ‘celebrative’, realizzate per omaggiare determinati personaggi o situazioni.

Leggi Anche:  Giuseppe Conte ai ristoratori: “Conosco la vostra delusione, ma i protocolli non bastavano”

C’è la scheda che raffigura la Torre di Pisa, o quelle della linea dedicata ad Italia ’90 o alle Olimpiadi di Atlanta ’96. E poi quelle realizzate tra il 1977 ed il 1981, le primissime in circolazione nel nostro Paese da Sida ed Urmet. Se le avete in casa tenetevele strette, oppure vendetele a peso d’oro, nell’ordine di almeno 2mila euro a salire.

Fonte e diritti di questo articolo
Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, nel sito puoi trovare tutte le notizie più importanti del giorno. Gran parte delle notizie pubblicate tramite un processo automatico sono prelevate da giornali online e siti verificati. Lo scopo di Notizie H24 è quello di avere una raccolta unica di tutte le notizie più importanti del giorno, così da poter dare più informazioni possibili al lettore in modo semplice. Le pubblicità presenti nel portale ci permettono di mantenere attivo il servizio.

Leggi Anche:  I film di stasera in tv, tra "Baaria" e "Mission Impossible " Fallout"

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook