SONDAGGI POLITICI ELEZIONI 2022/ FdI 24%, Lega 15%, Pd giù. Terzo Polo, quanto vale?

I SONDAGGI POLITICI VERSO LE ELEZIONI 2022: LE INTENZIONI DI VOTO PREMIANO IL CENTRODESTRA

Prosegue la campagna elettorale ma proseguono soprattutto i sondaggi politici a dare “linfa” – e preoccupazioni – alle varie coalizioni che si apprestano a presentare le liste entro il 20-21 agosto in vista delle elezioni convocate, come noto, ill 25 settembre 2022. Gli ultimi dati raccolti a Demopolis lo scorso 14 agosto mostrano sondaggi politici ancora una volta molto positivi per il Centrodestra e per le singole liste a sostegno; diversamente, non cresce (e anzi perde qualcosa) il Pd di Letta, così come il Terzo Polo da poco nato dopo l’accordo tra Calenda e Renzi. Regge bene invece il Movimento, anche se il 10% rappresenta un deciso passo indietro rispetto alle Elezioni del 2018, quando l’allora leader Di Maio prese il 34% in Parlamento.

Entriamo però nelle pieghe di questi nuovi sondaggi Demopolis e osserviamo le intenzioni di voto degli italiani appena raccolte: Fratelli d’Italia con Meloni resta il primo partito del Paese con il 24,3% dei consensi, davanti al 22,8% del Partito Democratico che insegue come seconda forza. Sale invece e non poco la Lega di Salvini, al 15,2% e tornata con sondaggi politici decisamente più confortanti rispetto agli ultimi mesi del Governo Draghi. Regge ma resta al 10,6% il Movimento 5Stelle di Conte, uscito da poco dal voto delle Parlamentarie online sui candidati da proporre alle Elezioni: l’alleanza tra Azione e Italia Viva ad oggi vale un 5,3%, appena dietro a Forza Italia di Berlusconi che invece si staglia al 6,8% su base nazionale. Chiudono i sondaggi Demopolis l’alleanza tra Sinistra Italiana e Verdi al 4,1%: ad oggi l’affluenza è data al 66%, gli indecisi al 19% mentre tutte le altre liste rimanenti non superano il 4% totale.

Leggi anche:  Roma, il confronto Raggi - Gualtieri finisce con insulti e veleni: "attacchi in quanto donna"

QUANTO VALE IL TERZO POLO: DATI, SONDAGGI POLITICI E “PREVISIONI” SU RENZI-CALENDA

Osservando l’ultima Supermedia dei sondaggi politici compiuta da YouTrend – che comprende le intenzioni di voto Quorum (8 agosto), Emg (11 agosto) e Tecné (11%) – un dato balza all’occhio: al momento il Terzo Polo, seppur in ripresa dopo lo strappo di Calenda dal Centrosinistra, non riesce ad andare oltre il 5% su base nazionale. Alla vigilia di un voto elettorale che prevede notevole incertezza, soprattutto per i collegi al Senato, la “partita” secondo Calenda e Renzi è ancora tutta da giocare con la speranza da parte loro di riuscire a “rosicchiare” voti tanto a destra quanto a sinistra e presentarsi come ago della bilancia necessario all’indomani delle Elezioni 2022.

Leggi anche:  Arrestato il rapinatore del Credem di via Emilia Ospizio

Al momento però i sondaggi politici non confermano il “piano” del Terzo Polo, che intendeva – per bocca degli stessi Renzi e Calenda – affermarsi tra il 10 e il 15% per poter realmente giocare un ruolo politico dopo il voto. Dalla Supermedia agli ultimi sondaggi politici Demopolis, il patto “Italia sul serio” sottoscritto da Azione e Italia Viva ad oggi si staglia sul 5% nazionale. È lo stesso Matteo Renzi a Radio24 che spiega oggi come in merito ai sondaggi attuali, «Non c’è un obiettivo numerico, c’è un obiettivo politico», come ridimensionando quell’obiettivo del 10% precedentemente fissato. Eppure qualche speranza per l’area centrista arriva da un altro sondaggista come Fabrizio Masia, ad dei sondaggi politici Emg: «Coloro che oggi si dichiarano di centro, un centro moderato allargato valgono circa il 18 per cento, uno spazio politico enorme. Considerato che oggi il partito di Calenda parte, assieme a Renzi, Gelmini e Carfagna, da un 7 per cento sondaggistico che è assolutamente un punto di partenza, diciamo che lo spazio potenziale è veramente grande», ha spiegato nella trasmissione “Corsa al voto” su La7. Secondo Masia, «c’è un asse di centrodestra che ha la forza di maggioranza spostata nettamente a destra verso la Meloni e le forze di sinistra con un baricentro che si è spostato a sinistra per il fatto che ha perso le sue componenti centriste. […] Ora spetterà alla strategia comunicativa della politica di Calenda Gelmini e Renzi riuscire a conquistarlo».

Leggi anche:  Legge 104, tuffiamoci nel mare di esenzioni, agevolazioni e detrazioni per i titolari

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook