Stefano Massini star dei Tony Awards con The Lehman Trilogy

di Laura Zangarini

Trionfa l’opera dello scrittore e drammaturgo fiorentino portata in scena nel 2015 dal regista Luca Ronconi al Piccolo Teatro di Milano. In programma ora anche una serie tv

In una serata che ha giustamente definito «leggendaria», Stefano Massini, 46 anni, autore, drammaturgo e scrittore, ha fatto il pieno di premi (cinque su otto nomination) alla cerimonia degli Oscar del teatro, gli ambitissimi Tony Awards cui nessun italiano ha prima di lui mai avuto accesso.

The Lehman Trilogy, saga finanziaria della famiglia che sviluppò e poi mise in ginocchio il sistema capitalistico di Wall Street, ultima regia di Luca Ronconi, premio Ubu nel 2015 come migliore spettacolo, oltre che migliore testo, migliore attore protagonista (Massimo Popolizio), migliore scenografia e migliore attore under 35 (Fabrizio Falco), domenica ha terminato la sua travolgente cavalcata sul palco del Radio City Music Hall di New York. Una cavalcata cominciata in sordina, con il debutto dell’opera a Saint-Étienne, in Francia, nell’autunno 2013, che rende il trionfo di oggi ancora più esaltante.

Leggi anche:  Conte, Di Maio e il terzo mandato. Niente ricandidatura per ottanta big del M5s

«Quando un mese fa sono state annunciate le nomination — ricorda Massini —, mi avevano detto che non sarei potuto in alcun modo mancare alla cerimonia. Ero stato avvertito, però, che non c’era nessuna possibilità per lo spettacolo diretto da Sam Mendes di vincere il riconoscimento come “Best play”, miglior opera teatrale. Nessun immigrant, come chiamano qui gli italiani, se lo è mai aggiudicato in 75 edizioni, che hanno premiato tra gli altri cavalli di razza come Eugene O’Neill, Arthur Miller, Tennessee Williams. In più Lehman è un testo che per impianto sfugge a ogni classificazione. Invece è successo, e ancora non mi sembra vero».

Leggi anche:  'I tamponi coprono più dei vaccini' e altre amenità. Florilegio di deliri parlamentare

Tra le centinaia di messaggi ricevuti, quello che più ha stupito Massini è firmato Adriano Celentano e Claudia Mori: «Sei l’orgoglio dell’Italia, un abbraccio grande». Ma «questa vetta del mondo che sono i Tony Awards — sottolinea il drammaturgo — è sullo stesso piano del giorno in cui il mio maestro Luca Ronconi annunciò che dalla mia opera avrebbe tratto uno spettacolo teatrale».

La cavalcata di Lehman, «andata oltre ogni mia aspettativa: ho ricevuto dal Camerun le foto di una rappresentazione in piazza», proseguirà ora con una serie tv prodotta da Domenico Procacci. Mentre Massini lavora a una nuova opera, Manhattan Project, «la storia della bomba atomica. Dopo l’economia voglio portare sul palco la fisica».

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook