Stretta sui monopattini elettrici: nuove regole, dal casco al limite di età

Condividi articolo tramite:

Limiti di velocità per il monopattino, divieto di sosta sui marciapiedi, obbligo del casco solo per alcuni, assicurazione per i mezzi in sharing: il dl Infrastrutture diventa legge e porta nuove regole con una stretta per i monopattini elettrici. Il provvedimento, che prevede una revisione del codice della strada con novità anche in altri settori, è stato approvato in via definitiva dal Senato.

La velocità massima consentita per i monopattini elettrici: qual è il limite e dove si può andare?

Le nuove regole contenute nella legge Infrastrutture fissano il limite di velocità per chi viaggia sui monopattini elettrici, con una stretta: si può andare massimo a 20 chilometri orari (finora era 25 km/h), ma la soglia scende a 6 chilometri l’ora nelle aree pedonali.

I monopattini elettrici possono circolare sulle strade urbane dove vige un limite di velocità fino a 50 km/h, nelle aree pedonali (dove il limite di velocità, come detto, è di 6 km/h) e dove sono presenti percorsi misti pedonali-ciclabili. Non si può invece viaggiare sui marciapiedi pedonali, dove è consentita soltanto la spinta a mano del mezzo.

Non c’è più l’obbligo di disporsi su un’unica fila, ma i monopattini possono procedere affiancati fino a un massimo di due mezzi. Vietata inoltre la circolazione contromano di questi veicoli elettrici, ad eccezione delle strade dotate di corsie ciclabili a doppio senso.

Leggi Anche |  de Magistris, posti letto? Dati non corrispondono ++

Il limite di età: chi può “portare” il monopattino e per chi è obbligatorio il casco

Viene fissato anche il limite di età per viaggiare sui monopattini elettrici, che possono essere guidati solo da chi ha più di 14 anni compiuti, inoltre il casco è obbligatorio per i minori di 18 anni. Per gli altri invece la protezione è facoltativa, nonostante molte città, come Firenze, abbiano chiesto un obbligo per tutti.

Come succede per le bicilette, anche per i monopattini elettrici non viene prevista né la targa, né l’assicurazione (ad eccezione dei mezzi in sharing che devono essere coperti per la responsabilità civile – RC).

Non si può andare in due sul monopattino elettrico

Le nuove regole del codice della strada confermano il divieto di trasportare altre persone, oltre al conducente, sui monopattini elettrici: quindi non si può andare in due. Inoltre non è consentito trainare altri veicoli o farsi trainare e non è permesso portare a bordo oggetti e animali.

Leggi Anche |  Covid: in Veneto due nuovi decessi nelle ultime 24 ore, uno a Verona. Ricoveri in ospedale ancora in crescita

Stretta sui monopattini, le nuove regole: da quando l’obbligo di fecce, stop e giubbotto catarifrangente

Per circolare sul monopattino non servirà una targa, ma invece dal 1° luglio 2022 diventa obbligatorio dotare i monopattini in vendita in Italia di frecce per indicare la svolta e dei segnali di frenata. Per i mezzi che già circolano c’è più tempo per adeguarsi entro il 1° gennaio 2024.

Inoltre dall’entrata in vigore della legge Infrastrutture scatta una stretta per gli spostamenti notturni sui monopattini: da mezz’ora dopo il tramonto e per tutta la notte bisognerà circolare indossando il giubbotto catarifrangente o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. Quest’obbligo non c’è durante il giorno in caso di condizioni di scarsa visibilità, come ad esempio la nebbia.

Dove si può parcheggiare con i monopattini senza rischiare una multa

La sosta selvaggia costa caro a chi lascia il monopattino sul marciapiede, fuori dalle aree ad hoc individuate dai Comuni: la multa per divieto di sosta prevista dalla revisione del codice della strada va da 41 a 168 euro. Ai monopattini è comunque permesso parcheggiare nei posti riservati alle biciclette, alle moto e ai motorini. Per quanto riguarda i mezzi in sharing, i gestori saranno obbligati a chiedere ai propri utenti di mandare la foto del parcheggio alla fine di ogni noleggio, in modo tale da scoraggiare la sosta in spazi non consentiti.

Leggi Anche |  Ricordando Rimini, Dio ci protegga dalle "risorse" della Lamorgese - Milano Post

Dopo l’approvazione del Senato si attende la pubblicazione della legge Infrastrutture in Gazzetta Ufficiale.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook

Condividi articolo tramite: