Pollena Trocchia.  

Agevolazioni tari, pubblicati gli avvisi destinati ad anziani, diversamente abili e nuclei familiari in difficoltà economica: per la presentazione delle istanze di riduzione della tassa sui rifiuti c’è tempo fino a venerdì 5 agosto. A seguito dell’approvazione, da parte dell’amministrazione comunale alla guida di Pollena Trocchia, prima in consiglio comunale e poi in giunta, delle nuove tariffe tari per l’anno in corso e del Bilancio di previsione, che ha previsto la copertura finanziaria, nelle scorse ore dalla casa comunale sono stati ufficializzati gli avvisi pubblici e i relativi schemi di domanda per le agevolazioni tributarie.

Destinatari, in particolare, i nuclei familiari nei quali siano presenti soggetti in età non lavorativa, con almeno 65 anni di età, in fitto e con valore Isee – determinato esclusivamente da redditi pensionistici – non superiore a 8.500 euro oppure con casa di proprietà non di lusso con valore Isee non superiore a 8.500 euro, determinato in questo caso da redditi pensionistici e da casa di proprietà.

Per i primi prevista la riduzione del 100% della tariffa, per i secondi lo sgravio della metà dell’importo. Agevolazioni del 50% della tassa sui rifiuti anche per i nuclei familiari nei quali siano presenti soggetti con disabilità riconosciuta ai sensi del comma 3 dell’articolo 3 della Legge 104/1992 il cui indicatore Isee non superi i 20mila euro e nei quali non siano presenti soggetti proprietari né titolari di altri diritti reali di godimento di immobili al di fuori dell’abitazione di residenza. Riduzione della metà dell’imposta, infine, anche per i nuclei familiari non percettori di forme di sostegno al reddito con Isee non superiore ai 5.000 euro e i cui componenti non siano proprietari né titolari di altri diritti reali di godimento di immobili al di fuori dell’abitazione di residenza.

«Abbiamo operato una precisa scelta politica, quella di essere vicini alle categorie più in difficoltà in un momento storico estremamente complesso, tra le conseguenze della pandemia e la guerra che inevitabilmente sta portando all’aumento dei prezzi dell’energia, delle materie prime e di tanti prodotti di prima necessità. Il nostro lavoro e il nostro impegno produce un aiuto concreto, sotto forma di riduzione delle tasse, per chi ne ha più bisogno» hanno fatto sapere il sindaco Carlo Esposito e l’assessore al bilancio e vicesindaco, Francesco Pinto.

La presentazione delle istanze non dà luogo automaticamente ad alcuna agevolazione: le stesse saranno accordate solo dopo l’esame da parte degli uffici competenti e del collocamento in posizione utile nella graduatoria eventualmente stilata nel caso in cui le richieste siano superiori alle risorse stanziate.