Terzo Polo: su Rdc e ius scholae vicini al Pd, su sicurezza e nucleare al centrodestra

«Abbiamo fatto il terzo polo per far stare Draghi al Governo e per farlo, che sia Draghi o che sia uno che porta avanti in quel modo, non c’è in Italia che tagliare le estreme e fare un’alleanza Ursula». Parola di Carlo Calenda alla presentazione del programma “Italia sul serio” dell’alleanza elettorale tra la sua Azione e Italia viva di Matteo Renzi. Un manifesto che potrebbe essere la base di una futura larga maggioranza con la sua capacità di risultare, a seconda dei temi, una volta più vicino al centrosinistra e l’altra al centrodestra. Sui diritti, per esempio: spazio allo ius scholae, una delle riforme care al Pd.

Sul lavoro, sì al salario minimo condiviso da democratici ma anche dai Cinque Stelle. Sul fronte giustizia e sicurezza sicuramente la sintonia maggiore è con Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia, anche se il tema sicurezza – ha scandito Calenda – «non è un argomento di destra. Decoro urbano e sicurezza proteggono le persone fragili, non le persone che vivono in quartieri di lusso».

Leggi anche:  Il "Centro" con pochi voti e ancora meno idee concrete

Diritti e pari opportunità: sì allo ius scholae

Tra gli strumenti per ottenere «più integrazione e meno irregolarità» il programma di Calenda e Renzi si propone di introdurre lo «ius scholae», vale a dire l’acquisizione della cittadinanza per chi abbia frequentato per almeno cinque anni un percorso di formazione in Italia. La promessa che il Pd non è riuscito a mantenere, per ammissione dello stesso segretario del Pd Enrico Letta («La cosa di cui mi sono vergognato di piu’ come parlamentare è il fatto che avevamo promesso a centinaia di migliaia di ragazzi, italianissimi dentro, che sarebbero diventati italiani anche nel passaporto»).

Non solo: Azione e Italia viva prevedono anche un percorso di formazione in Italia. Inoltre, proponiamo di concedere la cittadinanza a tutti gli studenti stranieri che hanno svolto e completato gli studi universitari in Italia.

Leggi anche:  Borsa Milano, oggi segno più per Piazza Affari: bene banche e utilities

Sul tema dei diritti si annuncia una legge contro l’omotransfobia, ma senza riferimenti alla legge Zan che Italia viva contribuì a non far approvare.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Coriano: voucher alle famiglie per l'iscrizione dei bambini all'asilo nido

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook