tetto al prezzo per 3 mesi e acquisti congiunti obbligatori al 15%- Corriere.it

Un meccanismo di limitazione dei prezzi, cio un tetto dinamico, nella principale borsa europea, il Ttf di Amsterdam, per contribuire a evitare la speculazione. Ma solo come misura di ultima istanza e per un periodo non superiore a 3 mesi. L’elaborazione di un parametro di riferimento specifico per il prezzo del Gnl (gas naturale liquefatto) entro la fine del 2022, ma volontario. Un nuovo meccanismo temporaneo di gestione della volatilit infra-giornaliera. Poi acquisti congiunti obbligatori per almeno il 15% del fabbisogno di stoccaggio per il prossimo anno (circa 13,5 miliardi di metri cubi per l’intera Ue) e soprattutto un meccanismo preciso di solidariet tra gli Stati membri in caso di emergenza, incluso il modo di calcolare il prezzo del gas ceduto. Sono alcuni dei punti contenuti nella bozza della proposta legislativa, suscettibile di cambiamento, che la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, presenter ufficialmente marted insieme a una comunicazione sull’emergenza energetica.

Domenica il Collegio dei commissari si riunito in videoconferenza. Buona discussione sull’energia con i membri del Collegio — ha twittato von der Leyen — Sono stati compiuti buoni progressi nell’attuazione della tabella di marcia per affrontare i prezzi elevati dell’energia presentata ai leader al vertice informale di Praga. Approveremo un altro pacchetto di proposte legislative alla prossima riunione del Collegio, marted.

La proposta di Regolamento del Consiglio — che una volta adottato dai ministri dell’Energia dei 27 Stati membri entrer in vigore e non dovr essere esaminata dal Parlamento Ue — visonata dal Corriere, strutturata in cinque capitoli con 33 articoli pi un Annex indicante Paese per Paese i volumi critici massimi di gas per la sicurezza dell’approvvigionamento elettrico, per il periodo compreso tra dicembre e marzo 2023, legato all’articolo 27 che riguarda l’estensione del meccanismo di solidariet, da cui emerge che l’Italia dipende pi degli altri dal termoelettrico.

Leggi anche:  Tre idee da sogno per arredare e illuminare il piccolo giardino davanti a casa senza corrente elettrica

La proposta arriva dopo settimane di confronto serrato tra la Commissione Ue e gli Stati membri, divisi sull’introduzione di un tetto al prezzo del gas, con un gruppo numeroso di capitali che lo chiedeva e Germania e Olanda ferme nella loro contrariet per timori di un impatto sulla sicurezza delle forniture.

Il cuore della proposta un rafforzamento della solidariet attraverso un migliore coordinamento degli acquisti di gas, scambi di metano attraverso le frontiere e benchmark di prezzo affidabili. Mentre l’introduzione di un cap al prezzo del gas scambiato sulla piazza di Amsterdam sottoposto a una serie di condizioni elencate nell’articolo 23: Il Consiglio, su proposta della Commissione, pu adottare una decisione che preveda un meccanismo per limitare le conseguenze di episodi di prezzi estremi. La decisione deve: determinare un meccanismo dinamico di correzione del mercato per le transazioni di gas naturale nel punto di scambio virtuale del sistema Ttf; non pregiudicare gli scambi di gas fuori borsa (i contratti bilaterali puri); non incidere sulla sicurezza dell’approvvigionamento di gas dell’Unione; non comportare un aumento del consumo di gas e deve essere concepita in modo tale da non incidere sui flussi di gas all’interno dell’Ue e non incidere sulla stabilit e sul regolare funzionamento dei mercati dei derivati dell’energia.

Leggi anche:  Dove vedere in streaming Tenet con Robert Pattinson

L’aggregazione della domanda di gas dell’Ue e l’acquisto congiunto consentiranno all’Unione di utilizzare il proprio potere d’acquisto collettivo per negoziare prezzi migliori, riducendo il rischio che gli Stati membri facciano offerte pi alte l’uno dell’altro su un mercato gi ristretto — si legge nel testo — e, cos agendo, facciano aumentare i prezzi in modo controproducente. (…) Aiuter soprattutto gli Stati membri pi piccoli, che si trovano in una situazione meno favorevole come acquirenti. Tuttavia gli acquisti comuni sono obbligatori solo su almeno il 15% della domanda necessaria per raggiungere l’obiettivo del 90% degli impianti di stoccaggio per il prossimo inverno. Poich non tutti gli Stati membri hanno accordi di solidariet reciproca, la Commissione propone intese direttamente applicabili in assenza di tali accordi (il prezzo del gas che uno Stato fornir a un altro sar il prezzo medio di mercato degli ultimi 30 giorni del mese precedente la richiesta di assistenza). E propone di estendere l’obbligo di solidariet agli Stati membri non collegati con impianti di Gnl. L’articolo 25 stabilisce che il Consiglio, su proposta della Commissione, pu adottare una decisione che prevede un meccanismo di fissazione dei prezzi (…) e per assegnare le capacit di gas per rifornire gli Stati membri per i quali stata dichiarata un’emergenza regionale o dell’Unione.

Leggi anche:  É sempre mezzogiorno | Ricetta ravioli rossi con seppie e carciofi di Mauro e Mattia Improta

La proposta dovr essere discussa dai ministri dell’Energia dei 27 Stati membri nel Consiglio del 25 ottobre. Ma per una decisione con molta probabilit si dovr attendere novembre. La presidenza ceca ha gi fatto sapere che convocher a novembre un consiglio Energia straordinario.

Intanto in Italia il presidente di Confindustria Carlo Bonomi tornato a ricordare i rischi per l’inverno: Abbiamo raggiunto gli obiettivi di stoccaggio — ha spiegato durante la trasmissione Mezz’Ora in pi su Rai Tre — ma se non si realizzeranno tutte le condizioni, come i rigassificatori, si entrer in crisi. E ha chiesto che il nuovo governo sia immediatamente operativo.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News