The Witcher Blood Origin: la serie prequel su Netflix


The Witcher Blood Origin, arriva il prequel

The Witcher: Blood Origin: lunedì 27 luglio Netflix ha annunciato la miniserie in 6 parti ispirata al mondo di The Witcher e prequel della serie stessa, ambientata in un mondo elfico 1200 anni prima degli eventi della prima stagione con protagonisti Henry Cavill, Anya Chalotra e Freya Allan.

Il prequel di The Witcher rivelerà l’origine del primissimo “witcher” e gli eventi che hanno condotto alla fondamentale “congiunzione delle sfere”, quando i mondi di mostri, uomini ed elfi si sono uniti per diventare uno. Le riprese della miniserie verranno realizzate in Gran Bretagna.

Declar de Barra è coinvolto nel progetto in qualità di showrunner oltre che come produttore esecutivo insieme a Lauren Schmidt Hissrich, al timone della serie madre.

continua a leggere dopo la pubblicità

L’autore dei romanzi di The Witcher Andrzej Sapkowski sarà consulente creativo della serie. Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown, Sean Daniel, Tomek Baginski e Jarek Sawko di Platige Films.

Leggi anche:  NeXt non avrà una seconda stagione

Cast di The Witcher Blood Origin

Da sinistra: Jodie Turner Smith e Henry Cavill nei panni di Geralt di Rivia in una scena di The Witcher. Credits: Jay Maidment/Netflix.
Da sinistra: Jodie Turner Smith e Henry Cavill nei panni di Geralt di Rivia in una scena di The Witcher. Credits: Jay Maidment/Netflix.

Netflix conferma la partecipazione di Jodie Turner-Smith (Nightflyers, Queen & Slim) nel ruolo di Éile.

Éile, una guerriera con la voce di una dea, ha lasciato il suo clan e il suo ruolo di guardiana della regina per seguire il suo cuore di nomade musicista. Una grande resa dei conti nel continente la costringe a tornare prendere la spada in mano alla ricerca di vendetta e redenzione.

Le dichiarazioni su The Witcher Blood Origin

continua a leggere dopo la pubblicità

Declan de Barra ha così commentato: “Come fan del genere fantasy, non vedo davvero l’ora di raccontare la storia di The Witcher: Blood Origin. Quando ho letto i libri di The Witcher, una domanda mi è sorta spontanea: com’era veramente il mondo elfico prima dell’arrivo cataclismico degli umani? Sono sempre stato affascinato dall’ascesa e dalla caduta delle civiltà, dal modo in cui scienza, nuove scoperte e cultura siano fiorite proprio prima di quella caduta. Come vaste aree di conoscenza si perdono per sempre in così poco tempo, spesso aggravate dalla colonizzazione e da una riscrittura della storia, lasciando indietro solo frammenti della vera storia di una civiltà. The Witcher: Blood Origin racconterà la storia della civiltà elfica prima della sua caduta e, soprattutto, rivelerà la storia dimenticata del primissimo “witcher”.

Leggi anche:  Stranger Things 4 nuovi episodi, quando vederli?

Lauren Schmidt Hissrich ha aggiunto: “Esplorare ed espandere ulteriormente l’universo di The Witcher creato da Andrzej Sapkowski è una sfida entusiasmante. Non vediamo l’ora di presentare ai fan nuovi personaggi e una storia originale che arricchirà ancora di più il nostro magico mondo.” Infine, Andrzej Sapkowski ha commentato: “È entusiasmante che il mondo di Witcher – come previsto all’inizio – si stia espandendo. Spero che porterà più fan nel mondo dei miei libri.”

Fonte e diritti articolo

Sei il proprietario di questo articolo e vuoi che venga rimosso? Contattaci sulla nostra Pagina Facebook.

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, nel sito puoi trovare tutte le notizie più importanti del giorno. Gran parte delle notizie pubblicate tramite un processo automatico sono prelevate da giornali online e siti verificati. Lo scopo di Notizie H24 è quello di avere una raccolta unica di tutte le notizie più importanti del giorno, così da poter dare più informazioni possibili al lettore in modo semplice. Le pubblicità presenti nel portale ci permettono di mantenere attivo il servizio.

Leggi anche:  Palinsesti Mediaset autunno, cambio di programmazione per Pomeriggio 5 e soap

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Piattaforma di Google News
Facebook