Ticket sanitario, chi potrà smettere di pagarlo: sul serio

Ci sono casi in cui il ticket sanitario non si deve pagare considerando l’età, il reddito annuo ed eventuali patologie del cittadino.

Una Lettrice ci ha posto il seguente caso: “Oggetto: ho 42 anni e lavoro con un contratto a chiamata estivo, il mio reddito non supera i 3.600,00 euro, ho diritto all’esenzione? Nessuno agli sportelli dell’ASL ha saputo darmi una risposta. Convivo con il mio compagno che non supera i 14.000,00 euro l’anno”.

Ticket sanitario
Ticket sanitario chi non dovrà più pagarlo – informazioneoggi.it

Quando è prevista l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario per i cittadini che hanno determinate patologie oppure che hanno un reddito annuo che non supera una certa soglia oppure sono over 60? Vediamo i casi specifici in maniera dettagliata.

Esenzione ticket: come funziona?

Nel 1982 in Italia è stato introdotto il sistema del ticket, con cui coloro che sono assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale contribuiscono al costo delle delle prestazioni sanitarie di cui usufruiscono.

Ci sono molte esenzioni per diverse fasce di cittadini che consentono di non pagare il ticket sanitario quando quest’ultimo è dovuto.

La prima esenzione riguarda il reddito, e ci sono quattro codici che consentono di non pagare il ticket sanitario e riguardano altrettante tipologie di cittadini.

  • E01 per le persone con meno di 6 anni d’età e con più di 65 anni appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo che non supera 36.151,98 euro;
  • E02 per coloro che sono disoccupati ed i familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare che presenta un reddito annuo che sia inferiore a 8.263,31 euro, aumentato fino a 11.362,05 euro se è presente il coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ognuno dei figli a carico;
  • E03 per chi è titolare di pensioni sociali e per i suoi familiari a carico;
  • E04 per coloro che sono titolari di pensioni al minimo con un’età superiore a 60 anni e familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con reddito annuo che sia inferiore a 8.263,31 euro, aumentato fino a 11.362,05 euro se è presente il coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ognuno dei figli a carico.
Leggi anche:  Gelmini "Nel manifesto di Azione l'Agenda Draghi, io ci sono"

Per nucleo familiare si intende quello che rileva a fini fiscali ed è rappresentato dall’interessato, dal coniuge e dagli altri familiari che sono a carico, non essendo determinante l’eventuale convivenza degli stessi.

Altre due categorie di esenzione sono quelle previste per coloro che hanno malattie croniche e malattie rare.

Cosa fare se si riceve un verbale per il pagamento del ticket?

Chi presenta autocertificazioni false rischia di ricevere un verbale nel quale si intima di provvedere al pagamento del ticket, più eventuali spese di notifica e mora, entro 60 giorni per non incorrere in sanzioni.

Per chi, magari in buona fede, pensava di aver diritto all’esenzione senza però rispettare i requisiti previsti dalla legge, è consigliabile pagare quanto richiesto per non vedere incrementato l’importo dovuto.

Leggi anche:  Reddito e pensione di cittadinanza, a maggio 1,05 milioni di nuclei beneficiari. L'importo erogato è di 542 euro

Chi invece aveva davvero i requisiti per avere l’esenzione del ticket sanitario può contestare il verbale entro 30 giorni dalla notifica.

Infatti, chi rientra nelle categorie dei codici di esenzione, può procedere con una istanza da inoltrare all’ASL competente e all’ente che ha emesso il verbale per dimostrare la propria posizione, allegando la documentazione fiscale inerente l’anno d’imposta oggetto di contestazione relativa al proprio nucleo familiare.

Se la relativa documentazione è corretta ed esaustiva, il procedimento è archiviato senza alcun addebito per il cittadino.

La risposta alla Lettrice

La nostra Lettrice ha 42 anni, un reddito anno che non supera i 3.600,00 euro e convive con il compagno che ha un reddito annuo che non supera i 14.000,00 euro.

Per come ci è stata descritta la situazione della nostra Lettrice, la stessa ha diritto all’esenzione del ticket in quanto ha un reddito annuo inferiore alla soglia di 8.263,31 euro, non rilevando la convivenza col compagno e dunque la situazione economica e finanziaria di quest’ultimo.

Leggi anche:  Una merenda gustosa, leggera e, soprattutto, facile da preparare: ci vogliono pochissimi minuti!

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia

  1. Telegram – Gruppo
  2. Facebook – Gruppo

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News