Notizie H24

Scopri tutti gli aggiornamenti e le notizie del giorno in tempo reale!

Tony Hadley: mai più Spandau Balle t Preferisco cantare da solo

Condividi Tramite:


Tony Hadley non vedeva l’ora di tornare sul palco e ha scelto l’Italia per riprendere i suoi concerti dopo il lungo stop causato dalla pandemia. Stasera si esibirà presso l’Arena Estiva Parco Mazzini a Salsomaggiore Terme e il fatto che la data sia andata sold out è segno che l’affetto del pubblico italiano nei suoi confronti non si è mai affievolito, fin dai tempi in cui militava negli Spandau Ballet negli anni Ottanta.

È incredibile a ripensarci oggi, ma la band all’inizio credeva che non avrebbe mai sfondato dalle nostre parti: «Stavamo avendo successo in molti Paesi in tutto il mondo e non pensavamo sarebbe accaduto lo stesso da voi — ricorda Hadley — Dicevamo ad Alfredo (Saitto, ndr) della casa discografica: “Agli italiani non piace la nostra musica”. E lui ci rispondeva: “Abbiate fiducia, un giorno sarete grandi in Italia”. Ci siamo fidati e quando abbiamo pubblicato il singolo del 1984 “I’ll Fly for You”…bang! Tutti amavano gli Spandau Ballet».

L’ex frontman della storica formazione new romantic, tra le pochissime star internazionali a cantare nel nostro Paese in contesti a capienza ridotta e con distanziamento sociale, si sta preparando a festeggiare, ad ottobre, quarant’anni di carriera: «Non riesco a credere che sia già passato tutto questo tempo. La mia voce funziona molto bene, sto registrando nuovo materiale, mi sento ancora entusiasta come quando avevo vent’anni».

Nella sua mente in particolare è ancora vivido il ricordo di un leggendario evento a cui ha partecipato insieme agli Spandau nel 1985, il Live Aid al Wembley Stadium di Londra: «Eravamo incredibilmente nervosi, volevamo che tutto andasse bene. Avevamo gli occhi di tutto il mondo puntati su di noi, c’erano anche il Principe Carlo e Lady Diana, David Bowie, Paul McCartney, Phil Collins, i Queen… tutti i nostri eroi, è stato incredibile. E oggi, dopo 35 anni, siamo ancora qui a parlarne: grazie al Live Aid le persone si sono accorte che la musica poteva davvero fare la differenza».

Tony Hadley e gli Spandau Ballet: dagli esordi all’addio per la carriera da solista
Gli esordi

La band di «Gold», «True» e «Through the Barricades» all’epoca si trovavaal culmine del successo internazionale. Qualche anno dopo, nel 1990, le strade di Tony e degli altri componenti si sarebbero divise per poi incontrarsi di nuovo nella reunion del 2010. Fino al nuovo addio di Hadley, che dal 2017 è tornato a occuparsi a tempo pieno alla sua attività solista e non ha nessuna intenzione di tornare indietro. Gli Spandau Ballet sono per lui un’esperienza ormai chiusa: «È molto triste, soprattutto per i fan. Gli altri non dovrebbero più dire che potremmo tornare insieme perché no, non lo faremo. O meglio: io non tornerò».

Quello di Salsomaggiore sarà il primo concerto dell’artista dal mese di marzo. A inizio anno ha fatto appena in tempo a tenere una serie di date in Giappone e Australia prima che in tutto il mondo chiudessero le frontiere per il Covid: «Sono grato di poter tornare a suonare. Quello che abbiamo vissuto è stato un periodo difficile per tutti. Che tu sia un artista o un addetto ai lavori vuoi soltanto uscirne e rimetterti in pista». Durante il lockdown, passato a casa con la famiglia, per tenere alto il morale dei fan Hadley ha organizzato dirette su Instagram, e ai momenti musicali ha spesso affiancato iniziative benefiche a favore del personale medico. Senza mai perdere l’ottimismo, specialmente per quanto riguarda la musica dal vivo: «Torneremo alla normalità, ai festival, ad abbracciarci e baciarci di persona. Non possiamo vivere in un mondo virtuale, è impossibile. Per ora dobbiamo indossare una mascherina, ma non durerà per sempre».

28 agosto 2020 (modifica il 28 agosto 2020 | 20:56)

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Vuoi rimanere sempre aggiornato in tempo reale su ogni notizia pubblicata di notizieh24.eu? puoi trovarci su Google News!


Potrebbe interessarti anche...
Enable referrer and click cookie to search for pro webber