Toscana, l’agricoltura con le spalle al muro: oltre ai rincari il colpo della siccit



Al caro energia e carburanti, alla crisi internazionale scatenata dalla guerra e alla difficolt di trovare materie prime, si aggiunge l’emergenza siccit. Per l’agricoltura Toscana l’inizio del 2022 difficile e le prossime due settimane saranno decisive.

davvero una tempesta perfetta, dove si sommano pi fattori di crisi che complicano la vita di ciascuna azienda — dice Fabrizio Filippi, presidente di Coldiretti Toscana — C’ stato l’aumento del gasolio e del gas, dei mangimi e dei fertilizzanti che arrivavano dalle zone del conflitto, delle materie prime, tutti fenomeni di cui non si vede in tempo breve una soluzione. E ora siamo preoccupati per la siccit. Se nelle prossime due settimane non piover (e le previsioni dicono che non piover, ndr) sar un problema serio. A rischio sono soprattutto i cereali e le semine primaverili, come mais e girasole, che hanno bisogno di acqua. Ma anche le fioriture sono a rischio, gli alberi da frutto e gli ulivi. La Regione puntava sui piccoli invasi per far fronte alla siccit, per spiega Filippi se ne parla ma non si mosso nulla. Invece non sono pi rimandabili e sono decisivi per il territorio e per le aziende.

Leggi anche:  Uomini e Donne, Tina tira un secchio d’acqua a Gemma, il web sbotta: “Bullismo”


Per Coldiretti il provvedimento del Governo sui carburanti un segno di buona volont, ma non copre i rincari, e Filippi aggiunge: Dobbiamo tornare a produrre qui, la Regione deve dare fondi ai patti di filiera coinvolgendo anche la grande distribuzione, quello del tabacco in Val Tiberina ad esempio funziona e permette una giusta retribuzione al produttore. I terreni ci sono: se si cambiano le politiche la Toscana in due anni pu raddoppiare la produzione di grano tenero, quello che si usa per il pane, e dei cereali. Per Coldiretti, infatti, cambiando la Pac, la Politica Agricola Comune dell’Ue, per il periodo 2023-2027 in Toscana si potrebbero recuperare 60 mila ettari a riposo, riducendo la dipendenza dall’estero.

Leggi anche:  É sempre mezzogiorno | Ricetta gnocchi tirolesi schupfnudel di Barbara De Nigris

Per Luca Guerrini, produttore di olio e neo presidente di Terra Viva Toscana, associazione di liberi produttori agricoli affiliata alla Fai Cisl, siamo di fronte quasi ad un paradosso: Dopo che il Covid ha fatto riscoprire i prodotti locali, il km zero, e ha fatto aumentare la vendita diretta, adesso siamo di fronte alla carenza di materie prime con la crisi seguita alla guerra ai danni dell’Ucraina e il caro energia e carburanti che mette in grande difficolt le aziende, basti pensare al riscaldamento delle serre. Ci vorranno mesi per riprendersi. Come detto a queste criticit si aggiunge la siccit. Il clima non aiuta, la Maremma soprattutto rischia a causa della mancanza di acqua e senza acqua la produzione non pu aumentare, come invece servirebbe — ammette Guerrini — Eppure il potenziale ci sarebbe, per cereali, girasole, ortofrutta, olio: ma se continua cos le rese saranno al minimo.

Leggi anche:  Basterebbe questo economico rimedio per pulire le teglie ma anche il forno incrostato eliminando i residui di grasso

Sul fronte del vino la siccit per adesso non ha fatto danni, ma le preoccupazioni non mancano. I produttori di vino sono preoccupati per l’aumento del costo delle materie prime — spiega Francesco Colpizzi di Confagricoltura — dei trasporti, del vetro, dei fertilizzanti, dell’energia. E la grande distribuzione non accetta di rivedere neppure di un centesimo i prezzi riconosciuti ai produttori, un altro grave problema.

La newsletter

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Firenze iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Fiorentino. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui

23 marzo 2022 | 06:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News