Trova questa moneta d’argento e sei ricco: ecco quale cercare

errore di conio moneta simbolo moneta argento

Oro e argento hanno costituito delle risorse fondamentali per lo sviluppo delle monete, e le motivazioni sono presto dette, in quanto si tratta di metalli praticamente impossibili da replicare in modo efficace tramite falsificazione oltre ad essere particolarmente duttili ed adatti alla lavorazione comune. L’argento in particolare è stato utilizzato in una forma piuttosto “pura” anche da parte del nostro paese fino a non troppi anni fa, come testimoniato da diverse forme di moneta.

Trova questa moneta d’argento e sei ricco: ecco quale cercare

Una delle più famose è sicuramente l’emissione da 500 lire Caravelle diffusa dalla metà degli anni 50 fino al decennio successivo con buona frequenza, mentre fino al 2001 esclusivamente in edizioni concepite per i collezionisti. Si tratta della prima emissione monetaria di tale valore, e una delle più riconoscibili anche esteticamente, in quanto le tre Caravelle di fatto sono quelle utilizzate da Cristoforo Colombo durante la prima traversata verso le Americhe nel 1492, mentre l’altro lato della moneta è dominato da un busto di donna collocato di profilo, oltre agli stemmi delle regioni italiane.

Leggi anche:  Agorà, la sentenza di Alessandra Ghisleri su Giuseppe Conte: "Non trova legami con gli elettori". Il crollo inarrestabile

La fama della 500 lire Caravelle è data anche da una famosa forma di errore di conio, noto come Caravelle SbagliateCaravelle controvento. Con queste definizioni si identificano le pochissime emissioni di Prova, che per l’appunto danno l’idea di essere controvento perchè presentano le bandiere sulle vele a sinistra invece che a destra, come nella versione finale, che è stata modificata proprio poco prima della diffusione su grande scala. Queste monete sono riconoscibili per la scritta Prova oltre che per le già citate bandiere a destra.

Il valore è molto alto, pari a migliaia di euro, anche perchè trovare una di queste monete è quasi impossibile: la valutazione media è di 2500 euro per un esemplare in ottimo stato, ma alcune monete in Fior di Conio sono state vendute all’asta anche per 12 mila euro.

Leggi anche:  Legna: aumento della richiesta anche per il pellet ma la situazione è preoccupante

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Agenzie di viaggio e tour operator, le istruzioni per l'esonero dai contributi INPS per i datori di lavoro

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook

Google News