Trova questa moneta del 1958 e guadagni €2000: ecco quale

Una moneta del 1958 che può valere fino a 2000 Euro: si tratta di una delle belle sorprese del collezionismo numismatico. Anche perché parliamo di una moneta tutto sommato non rarissima, che richiede soltanto un accuratissimo stato di conservazione per valere così tanto. L’immagine di questa moneta non vi tornerà nuova: la 50 lire col dio Vulcano è una delle monete più diffuse della storia d’Italia.

Ha attraversato diversi decenni: emessa per la prima volta nel 1954, trovò poi rinnovata fama nel 1989, quando venne coniata una versione ridotta con incisioni identiche. La nuova versione non piacque e si parlò tanto della bellezza delle 50 lire nella versione originaria. La produzione di questa moneta si arrestò 1995, quando l’inflazione l’aveva di fatto già resa inutile. All’arrivo dell’Euro, tra il 2001 e il 2002 venne ritirata definitivamente, perdendo quindi il corso e il valore legale. Restò però il valore numismatico.

Leggi anche:  Euforia film stasera in tv 29 maggio: cast, trama, curiosità, streaming

Com’è fatta la 50 Lire?

La 50 Lire del 1958 è una delle emissioni delle 50 Lire più conosciute della storia repubblicana Italiana. Vede infatti l’incisione sul verso del dio Vulcano, intento a battere un pezzo di ferro con martello ed incudine, quest’ultima posta su di un ceppo ligneo o marmoreo. Sullo stesso lato compaiono il valore nominale della moneta (L. 50), il millesimo di conio (1958) e il monogramma della zecca di Roma autrice del conio (R).

Sull’altro lato, chiamato dritto, è presente il profilo di un volto femminile di ispirazione classica, coronato d’alloro e attorniato dalla scritta Repubblica Italiana. Al centro, in basso, i cognomi degli autori dell’incisione. Il materiale con cui è realizzata questa moneta è l’acciaio Inox, mentre le sue dimensioni sono di 24.8 mm di diametro per 6.5 gr di peso.

Perchè quella del 1958 vale 2000 Euro?

La ragione per cui il valore della 50 lire del 1958 è che fu emessa in numero di esemplari decisamente minore rispetto agli altri esemplari con millesimo di conio differente. Questa specifica moneta venne immessa in circolazione in soli 825mila esemplari. Una tiratura che basta a rendere la moneta rara di per sé, visto che negli altri anni vennero prodotti diversi milioni di esemplari.

Leggi anche:  Bonus musica 2022/ Detrazione su corsi musicali: quanto è possibile ricavare

Purtroppo per i semplici appassionati, è una di quelle monete il cui valore non è alto se conservata senza le dovute attenzioni. Una 50 Lire del 1958 conservata in stato Fior di Conio, e cioè priva di qualsiasi segno di usura e brillante come alla sua immissione in circolazione, parte da un valore di 1400 Euro. Ma arriva ormai ad essere venduta costantemente a circa 200o Euro, con alcune occasioni in cui qualche collezionista supera ampiamente anche questa cifra. In stato diverso dal Fior di Conio non vale più di 40 Euro, mentre quelle rovinate valgono poco o nulla.

50 lire 1958


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Leggi anche:  Superbonus e cessione crediti: cosa prevedono i programmi elettorali

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook