Trova queste 20 Lire e sei ricco: ecco quali cercare immediatamente

Il mondo delle monete rare e del collezionismo numismatico non perde mai un colpo ed in questo articolo andiamo a scoprire quali sono le 20 Lire rare. In tantissimi quotidianamente ci scrivete per domandarci quali siano le monete più costose e tra queste sicuramente possiamo annoverare questa della quale vi daremo maggiori informazioni qui di seguito.

Negli anni sono state emesse due diverse tipologie di moneta da 20 Lire da parte della Repubblica Italiana. Le immagini e le dimensioni sono sempre state le stesse ma è stato diverso il materiale ed anche il contorno utilizzato per la realizzazione. Inizialmente infatti queste monete avevano un contorno rigato mentre, a partire dal 1968, quest’ultimo è stato sempre liscio come molte altre monete delle vecchie Lire.

Come abbiamo già detto anche il materiale utilizzato è stato diverso. Per le prime, che sono state in circolazione tra il 1956 ed il 1959 è stata utilizzata la lega composta da Nichelio e Bronzital mentre, successivamente, ovvero per quelle emesse dal 1968 e che sono state utilizzate fino al 2001 è stata utilizzata la lega con Magnesio e Bronzital.

Leggi anche:  Sostituzione caldaia con legge 104: l'incredibile opportunità di cui nessuno parla

Per quanto riguarda invece il disegno, le dimensioni ed il peso sono sempre rimasti invariati. Vi è infatti sempre stato disegnato il ramo di quercia mentre il diametro è stato sempre fisso a 21,33 millimetri per un peso di 3,6 grammi. Come abbiamo già detto la prima versione delle 20 Lire è stata messa in circolazione tra il 1956 ed il 1959 mentre la seconda versione è andata nei portafogli degli italiani tra il 1969 ed il 2001, anno in cui la nostra nazione è passata all’utilizzo della moneta unica europea, ovvero l’Euro.

Quanto valgono le 20 Lire?

Passiamo adesso a capire il valore delle 20 Lire, cosa molto importante e che ci permetterebbe di diventare veramente molto ricchi, soprattutto in base a quanti pezzi abbiamo conservato. Se da un lato infatti la prima versione non è collezionabile, dall’altro lato ne abbiamo alcune che sono rimaste in circolazione con la scritta “prova”. Queste oggi come oggi possono valere addirittura più di 1500 euro e questo potrebbe essere uno dei motivi per il quale iniziare a cercarla nei nostri vecchi cassetti.

Leggi anche:  DIRETTA/ Fortitudo Bologna Venezia (risultato finale 67 - 95): la Reyer chiude a +28

Quanto valgono le 20 Lire con il Ramo di quercia?

Bisogna innanzi tutto distinguerne le annate. Queste monete sono state infatti utilizzate ai tempi della Repubblica Italiana e non si devono distinguere con quelle utilizzate durante il Regno d’Italia con l’effige di Re Vittorio Emanuele III. Il loro valore attualmente non è elevatissimo.

Se le abbiamo in fior di conio possono arrivare anche a 25 euro ma anche in questo caso, se dovessimo averne veramente tante, potrebbe diventare un vero e proprio tesoretto.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Fabbricato con più unità immobiliari in categoria F/4, si può avere il Superbonus?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook