Dichiarando falsamente di vivere in Italia da oltre 10 anni, 84 extracomunitari hanno percepito indebitamente oltre 600mila euro di reddito di cittadinanza. È quanto scoperto dalla Guardia di Finanza della compagnia di Capua, nel Casertano, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere.

I finanzieri hanno monitorato l’attività svolta da un Caf operativo in provincia di Caserta scoprendo che le 84 persone che ricevevano il reddito di cittadinanza non ne avevano diritto, non essendo residenti in Italia da almeno un decennio, requisito richiesto per l’erogazione del beneficio. Per loro è scattata una denuncia per truffa ai danni dello Stato.

Leggi anche:  L'AQUILA, NASCE L'ASSOCIAZIONE CAMELOT: 'INSIEME CONTRO LE DIVERSITA''