Tutte le novità sull’ICEF: la guida degli esperti Acli

Sono diverse le novità in arrivo e le scadenze sul fronte ICEF, l’Indicatore della Condizione Economica Familiare che misura la situazione economica di un nucleo familiare per accedere alle agevolazioni sociali previste dalla Provincia Autonoma di Trento, prime tra tutte in ordine di tempo la verifica ITEA e l’accesso all’edilizia pubblica.

“Se fino ad ora l’ICEF ha avuto validità dal 1° luglio al 30 giugno dell’anno successivo, e a partire da luglio le famiglie erano abituate ad aggiornarlo – spiega Michele Mariotto, direttore di CAF ACLI del Trentino – dal 2023 le regole cambiano. L’ICEF, infatti, avrà validità per l’intero anno solare, dal 1° gennaio al 31 dicembre. Riteniamo apprezzabile la scelta della Provincia di riferire il periodo di validità dell’ICEF all’anno solare e di rimodulare il calendario delle domande collegate; si tratta di una semplificazione per i cittadini anche tenendo conto delle nuove scadenze di presentazione delle dichiarazioni fiscali e delle altre misure sociali previste a livello nazionale”.

“In questa prima fase di transizione – continua Morena Facchini di CAF ACLI – l’ICEF in scadenza al 30 giugno 2022 sarà valido fino al 31 dicembre 2022. Ciò significa che chi ha già calcolato l’ICEF del proprio nucleo familiare a partire da luglio 2021 e sta percependo una agevolazione collegata – come per esempio la tariffa ridotta per la mensa scolastica o per l’assistenza odontoiatrica – si vedrà prorogare la validità dell’Indicatore fino al 31 dicembre 2022. Per continuare a beneficiare dell’agevolazione dal 1° gennaio 2023 dovrà fissare un appuntamento gratuito al CAF per ricalcolare l’ICEF sulla base dei redditi del 2021. Chi non ha ancora calcolato l’ICEF e vuole cogliere l’opportunità di richiedere una delle agevolazioni previste, invece, dovrà calcolare l’ICEF del nucleo familiare sulla base dei redditi 2020 per le tariffe agevolate relative al periodo 1° settembre – 31 dicembre 2022, e l’ICEF del nucleo familiare sulla base dei redditi 2021 per le tariffe agevolate relative al periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2023”.

Leggi anche:  Hai un terreno abbandonato? Hai le carte in regola per arricchirti

Tra le domande di agevolazione collegate all’ICEF, sono in arrivo alcune importanti scadenze. Entro il 31 ottobre 2022 gli inquilini delle case ITEA sono tenuti a verificare tramite l’ICEF la presenza del requisito per poter rimanere nell’alloggio e per determinare l’importo dell’affitto che si dovrà corrispondere dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023. Ancora, è fissata al 30 novembre 2022 la data limite per presentare la domanda di accesso all’alloggio ITEA o per richiedere un contributo sul canone di affitto della propria abitazione.

Infine, in questo periodo è importante ricordarsi della Domanda Unica che consente di ottenere tariffe ridotte sulla mensa scolastica per bambini e ragazzi che frequentano la scuola materna, elementare, medie e superiori e sulla frequenza di asili nido/Tagesmutter convenzionati con i Comuni. Con le nuove tempistiche, anche in questo caso, in linea generale, vale la regola che l’ICEF e le tariffe agevolate già calcolate a partire da luglio 2021 vengono prorogate al 31 dicembre 2022 e devono essere aggiornate per l’anno 2023 a partire da settembre.

Leggi anche:  Un mondo fatto di mattoncini, a Padova la mostra sui Lego

Discorso a parte per chi presenta la Domanda Unica per la prima volta oppure ha dei figli che a settembre 2022 cambiano scuola passando, ad esempio, dalla materna alle elementari. In questi casi, a partire da settembre, andrà calcolato l’ICEF sulla base dei redditi 2020 per la tariffa agevolata relativa al periodo settembre – dicembre 2022 e l’ICEF sulla base dei redditi 2021 per le tariffe agevolate relative al periodo gennaio – dicembre 2023.

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  Chi può richiedere il bonus prima casa?

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook