“Unicredit rischia il fallimento”: cosa sta succedendo? Ecco la risposta

Assieme a Banca Intesa San Paolo e MPS (Monte dei Paschi di Siena), il gruppo Unicredit è uno dei più importanti del nostro paese, ma rappresenta anche uno dei più “problematici” perchè ha sofferto di problematiche di vario tipo nel corso degli ultimi decenni.

Ma qual è la situazione attuale di Unicredit, che risulta essere la seconda banca per influenza e diffusione del nostro paese?

Sviluppo ed espansione

Il gruppo Unicredit è formalmente nato nel 1998 con il nome di Unicredito Italiano dalla fusione di Credito ItalianoUnicredito. La nomea di gruppo bancario internazionale nasce quasi da subito, a partire dai primi anni 2000: ha iniziato a collaborare con i governi europei come quello tedesco e polacco per una presenza sempre maggiore, poi nell’ottica di una espansione nel nostro paese nel 2007 è stata ufficializzata la fusione come Capitalia.

Leggi anche:  “Cornetto Algida – Senti che gusto!”: vinci teli mare, cuffie e borsa termica

Nel 2008 a seguito della problematica crisi economica globale Unicredit è riuscita a restare “indipendente” dagli aiuti diretti dello stato (a differenza da quanto accaduto per MPS ad esempio).

“Unicredit rischia il fallimento”: cosa sta succedendo? Ecco la risposta

Nel giro di un decennio Unicredit ha dovuto fare ricorso a numerose capitalizzazioni per “restare in piedi” e a seguito delle dimissioni di Alessandro Profumo, amministratore delegato e già presidente del Monte dei Paschi di Siena, il gruppo è stato riorganizzato, ed ha scorporato o ceduto alcune proprietà come Fineco e Mediobanca.

Unicredit risulta “in utile” da qualche anno anche se la situazione attuale, che coinvolge anche altri grossi gruppi bancari fa nascere anche dubbi in merito alla stabilità di Unicredit. L’ipotesi fallimento sembra, almeno nel breve-medio periodo scongiurata.

Leggi anche:  Attenzione a questo segno sulle banconote: ecco il significato

Negli ultimi giorni il Gruppo Unicredit ha comunicato l’avvenuto progetto di fusione per incorporazione di Cordusio SIM in UniCredit, mentre dall’altra parte il gruppo sta progressivamente riducendo il numero delle filiali, sia proprie sia quelle appartenenti a gruppi bancari controllati dalla stessa Unicredit.


Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  A Love So Beautiful, la serie Netflix: trama e uscita

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook