Villa comunale, 18 interventi in 15 giorni. Cantieri per il restauro delle statue

Prosegue, anche a Ferragosto, il recupero della Villa comunale avviato un mese fa e seguito in prima persona dall’assessore comunale al Verde Vincenzo Santagada. Oltre alle operazioni di lavaggio dei viali e alla riapertura dell’area giostrine sul lato di piazza Vittoria, il segno più evidente della riqualificazione è nelle aiuole, 96 in tutto nel polmone verde di Chiaia. I prati, fino a giugno bruciati e brulli, sono ora per la maggior parte tornati verdi e rigogliosi: «È stato ripristinato l’80 per cento dell’impianto di irrigazione automatica con la sostituzione delle 19 elettrovalvole – spiega l’assessore – Il sistema era fermo da anni e mancava persino il contratto con il fornitore dell’energia. Attendiamo un sopralluogo per far ripartire il restante 20 per cento delle macchine innaffiatrici». Intanto, i mecenati dell’associazione Macs hanno avviato i cantieri di restauro di otto statue. Soffrono ancora, però, gli alberi storici e i monumenti in un parco alle prese con anni di degrado.

Leggi anche:  GdF, a Teramo celebrato il 248° Anniversario della Fondazione del Corpo

La Villa rientra nei 269 interventi di manutenzione del verde orizzontale effettuati in centro e nelle periferie dal primo gennaio a oggi dall’Area Verde con Municipalità, Napoli Servizi, Abc, Asia, polizia municipale, cooperative Primavera3 e 25 giugno e le squadre del Polifunzionale di Soccavo con 160 percettori del Reddito di cittadinanza. Diciotto gli interventi nella prima metà di agosto, mese storicamente critico per la cura del verde a causa della carenza di personale. «Una parte andrà in ferie la prossima settimana, ma ci sarà continuità di intervento – continua Santagada – E in autunno proveremo ad aumentare le uscite mensili con Primavera3. Sul verde a Napoli c’è molto da recuperare, ma abbiamo intrapreso un percorso».

Il piano passa per il ritorno della manutenzione ordinaria in attesa del via libera in giunta ai progetti di recupero strutturale di più parchi con i fondi di Città metropolitana. In alcuni casi si attende un ok a settembre. Due i milioni pronti per la Villa, esclusa però dalle graduatorie del Pnrr con il Mausoleo di Posillipo e il parco Virgiliano: «Per quest’ultimo e per la Villa, il sindaco Manfredi sta lavorando per ottenere altri fondi – aggiunge Santagada – I prossimi passi sono i lavori al parco Mascagna e quelli in corso all’ex gasometro chiuso da 25 anni e al parco della Marinella, la cui riapertura è prevista nel 2023. A ottobre riprenderà il piano delle potature per gli alberi, mentre contiamo di far ripartire a settembre il programma di riforestazione urbana. Ma questo dipenderà dalle condizioni climatiche». 
 

Leggi anche:  Comunali 2022, al Centro il 10% (e Calenda batte Renzi). Ma c'è l'incognita della legge elettorale

Fonte e diritti articolo

Per rimuovere questa notizia puoi contattarci sulla pagina Facebook GRAZIE!.

Notizie H24! Il portale gratuito di tutte le attuali notizie e curiosità in tempo reale. Nel sito puoi trovare le notizie verificate e aggiornate h24 provenienti da siti autorevoli.
Tramite un processo autonomo vengono pubblicati tutti gli articoli di oggi da fonti attendibili (Quindi non fake news) così da poter cercare in modo facile ogni notizia che più ti interessa.
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e dei contenuti pubblicati, il sito Notizie H24 è solo a scopo informativo. Seguire la fonte dell’articolo per avere maggiori informazioni sulla provenienza e per leggere il resto delle notizie.

Leggi anche:  A Firenze la mappa sugli spazi incolti: 10 aree per quartiere da recuperare

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le notizie di oggi e domani che vengono pubblicate?
Seguici tramite i nostri Social Network:
Facebook