Wolff non vede il congelamento del motore F1 accadere tra l’opposizione



La Red Bull sta attualmente cercando di bloccare lo sviluppo delle unità di potenza in F1 dal 2022, quindi può subentrare all’attuale partner motore Honda all’uscita dalla serie del produttore giapponese alla fine del prossimo anno.

Senza porre fine ai cicli di sviluppo e agli alti costi associati, la Red Bull ha escluso di assumere l’IP e il design dei propulsori Honda.

Lascerebbe la squadra tornare al suo precedente stato di cliente e richiedere una fornitura da uno dei tre produttori rimanenti in F1.

La Mercedes ha già confermato che supporterebbe un congelamento del motore di F1 per mantenere un team Red Bull competitivo sulla griglia, oltre a ridurre i costi per i produttori esistenti.

Ma entrambi Ferrari e Renault hanno dichiarato questa settimana che non sosterrebbero un blocco del motore, sottolineando l’importanza della concorrenza e dello sviluppo in questo settore.

Alla domanda su come si potrebbe far passare un congelamento del motore per il 2022, il capo della Mercedes F1 Wolff ha detto che fintanto che due produttori erano contrari, non poteva andare avanti.

“Penso che due dei produttori di unità di potenza non siano d’accordo significa che non può entrare in vigore [and] non può essere implementato “, ha detto Wolff.

“Avranno le loro ragioni per cui lo stanno rifiutando. Immagino che siamo anche preoccupati per la situazione in cui si trovano Honda e Red Bull.

“Renault e Ferrari sono state molto dirette con le loro posizioni, quindi sfortunatamente non vedo [a freeze] sta accadendo. “

Leggi anche:

La Red Bull ha detto che sta cercando di prendere una decisione sui piani per un futuro congelamento del motore nelle prossime sei settimane, con la chiamata destinata ad avere un impatto sia sul suo team senior che sulla squadra sorella AlphaTauri.

Secondo i regolamenti sportivi, la Renault sarebbe tenuta a fornire entrambe le squadre nel 2022 se una richiesta fosse presentata alla FIA, ma la Red Bull ha preso le distanze da tale eventualità.

Il team principal della Red Bull Christian Horner ha detto all’inizio di questa settimana che sperava che la FIA intervenisse e si assicurasse che l’interesse personale non impedisse una mossa che potrebbe avvantaggiare la F1 nel suo complesso.

“Il lavoro del regolatore e del proprietario dei diritti commerciali deve guardare al quadro più ampio di ciò che è giusto per la F1”, ha detto Horner.

“Abbiamo ovviamente perso un produttore in Honda, che è una notizia disastrosa per lo sport.

“Per la Red Bull di accettare quel progetto del motore, non possiamo proprio comprenderlo [the costs], ovviamente pensando allo sviluppo aperto, in particolare nel mondo in cui si trova attualmente.

“Penso che la FIA e il detentore dei diritti commerciali stiano avendo discussioni costruttive. Ovviamente ciò deve essere messo di pari passo con gli OEM coinvolti in questo sport.

“Credo che questo sia ciò che accadrà, e ovviamente nelle prossime settimane è necessario trovare qualche forma di soluzione”.

Video correlato




La Red Bull sta attualmente cercando di bloccare lo sviluppo delle unità di potenza in F1 dal 2022, quindi può subentrare all’attuale partner motore Honda all’uscita dalla serie del produttore giapponese alla fine del prossimo anno.

Senza porre fine ai cicli di sviluppo e agli alti costi associati, la Red Bull ha escluso di assumere l’IP e il design dei propulsori Honda.

Lascerebbe la squadra tornare al suo precedente stato di cliente e richiedere una fornitura da uno dei tre produttori rimanenti in F1.

La Mercedes ha già confermato che supporterebbe un congelamento del motore di F1 per mantenere un team Red Bull competitivo sulla griglia, oltre a ridurre i costi per i produttori esistenti.

Ma entrambi Ferrari e Renault hanno dichiarato questa settimana che non sosterrebbero un blocco del motore, sottolineando l’importanza della concorrenza e dello sviluppo in questo settore.

Alla domanda su come si potrebbe far passare un congelamento del motore per il 2022, il capo della Mercedes F1 Wolff ha detto che fintanto che due produttori erano contrari, non poteva andare avanti.

“Penso che due dei produttori di unità di potenza non siano d’accordo significa che non può entrare in vigore [and] non può essere implementato “, ha detto Wolff.

“Avranno le loro ragioni per cui lo stanno rifiutando. Immagino che siamo anche preoccupati per la situazione in cui si trovano Honda e Red Bull.

“Renault e Ferrari sono state molto dirette con le loro posizioni, quindi sfortunatamente non vedo [a freeze] sta accadendo. “

Leggi anche:

La Red Bull ha detto che sta cercando di prendere una decisione sui piani per un futuro congelamento del motore nelle prossime sei settimane, con la chiamata destinata ad avere un impatto sia sul suo team senior che sulla squadra sorella AlphaTauri.

Secondo i regolamenti sportivi, la Renault sarebbe tenuta a fornire entrambe le squadre nel 2022 se una richiesta fosse presentata alla FIA, ma la Red Bull ha preso le distanze da tale eventualità.

Il team principal della Red Bull Christian Horner ha detto all’inizio di questa settimana che sperava che la FIA intervenisse e si assicurasse che l’interesse personale non impedisse una mossa che potrebbe avvantaggiare la F1 nel suo complesso.

“Il lavoro del regolatore e del proprietario dei diritti commerciali deve guardare al quadro più ampio di ciò che è giusto per la F1”, ha detto Horner.

“Abbiamo ovviamente perso un produttore in Honda, che è una notizia disastrosa per lo sport.

“Per la Red Bull di accettare quel progetto del motore, non possiamo proprio comprenderlo [the costs], ovviamente pensando allo sviluppo aperto, in particolare nel mondo in cui si trova attualmente.

“Penso che la FIA e il detentore dei diritti commerciali stiano avendo discussioni costruttive. Ovviamente ciò deve essere messo di pari passo con gli OEM coinvolti in questo sport.

“Credo che questo sia ciò che accadrà, e ovviamente nelle prossime settimane è necessario trovare qualche forma di soluzione”.

Video correlato

Notizie h24 è un portale gratuito di notizie in tempo reale, lo scopo del sito è quello di raccogliere tutte le notizie più importanti presenti nel web da tutte le fonti e attestate giornalistiche attendibili e verificate, così da poter dare all’utente più informazioni possibili in modo semplice. Notizie h24 si diffida dalle false notizie, qui vengono pubblicate solamente notizie verificate. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell’informazione indicata al termine di ogni notizia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato in tempo reale su ogni notizia pubblicata da notizieh24.eu? puoi trovarci su Google News!

Enable referrer and click cookie to search for pro webber